Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Universiadi 2019: esordio amaro per gli Azzurri, il Canada domina 96-70

https://www.basketmarche.it/immagini_articoli/05-07-2019/universiadi-2019-esordio-amaro-azzurri-canada-domina-600.jpg

Social

Comincia in salita l’Universiade degli Azzurri. Nella gara d’esordio del Girone D l’Italia è stata battuta dal Canada per 70-96. Miglior marcatore è stato Federico Mussini con 19 punti. In doppia cifra anche Valerio Cucci con 14 punti (e 10 rimbalzi) e Riccardo Visconti con 10 punti. In una gara difficile contro una squadra forte atleticamente e con tanto talento, l’Universitaria ha perso contatto nel secondo periodo, ed è scivolata sul -21 nelle prime battute del terzo periodo. Poi, con la spinta del PalaDelMauro, gli Azzurri sono tornati sul -6 (65-71), ma a quel punto la squadra di coach Swords ha rimesso la marcia alta chiudendo sul + 26.

Domani già l’occasione per ripartire. Al PalaBarbuto di Napoli (ore 20.00) c’è la Norvegia, battuta quest’oggi dalla Germania 43-66.

“L’energia del Canada ci ha sovrastato nel lungo periodo – ha detto coach Paccariè nel dopo partita –. Ma dopo lo shock iniziale, siamo stati bravi a rientrare a due possessi da loro. Il pubblico del PalaDelMauro ci ha dato una gran mano. Sul -6 la sensazione è stata che i nostri avversarsi hanno ripreso a correre, mentre noi abbiamo perso di competitività. Domani contro la Norvegia? Dobbiamo ripartire da quello che ci ha permesso di recuperare 15 punti in pochi minuti. E capire cosa non ci ha permesso di mantenerci in gara nell’ultimo quarto”.

Per la prima dell’Universiade coach Paccariè sceglie Mussini, Mascolo, Longobardi, Cucci e Beretta. Per oltre un minuto e mezzo è siccità realizzativa da entrambe le parti, poi l’incontro si accende con l’Italia che corre bene in contropiede e il Canada che muove velocemente la palla in area. Dalla linea della carità Cucci e Longobardi ci fanno avanzare a piccoli passi, ma non basta a contenere il primo strappo targato Tutu (tripla doppia sfiorata con 19 punti, 10 rimbalzi e 9 assist) e Fortin (10 punti), che portano i nordamericani sul + 15 dopo 10 minuti di gioco.

La risposta Azzurra è nel 9-0 di parziale che rimette la squadra di coach Paccariè a una sola cifra di svantaggio (27-21). Dura poco, perché oltre a continuare a muoversi con agilità nel cuore della nostra difesa, i canadesi ora sono anche precisi dall’arco, e tornano sul +15 (42-27) a tre minuti dall’intervallo lungo. Mussini (19 punti) e Mascolo (9) provano a dare carica all’Universitaria, ma il Canada non si distrae mai e va negli spogliatoi avanti con il massimo vantaggio dalla palla a due (+16, 36-52).

I tagli nel pitturato dei canadesi continuano a farci male, e Tutu è rapido ad uscire dai blocchi e segnare la tripla del 38-59. È il momento peggiore per gli Azzurri che devono recuperare 21 punti ad una squadra che ora è a suo completo agio sul parquet del PalaDelMauro (schiacciate di Fortin e Shephard). Ma Mussini non ci sta, e con due triple consecutive e il gioco da tre prova a dare la scossa decisiva per raddrizzare la gara. Il PalaDelMauro se ne accorge e incita a gran voce gli Azzurri. Le triple di Da Campo e Visconti (splendida la sua esecuzione sulla sirena) riaprono la gara (62-71 al minuto 30).
L’ennesima tripla del play di Reggio Emilia, accorcia ulteriormente le distanze (65-71). Diawara risponde però con la stessa moneta, e con 7 minuti da giocare siamo tornati sul -13. E’ un colpo da ko, perché gli Azzurri non hanno più la forza di recuperare il gap. Il Canada dilaga e la chiude sul +26.

Canada - Italia 96-70 (27-12, 25-24, 19-26, 25-8)

Canada: Shepard 8 (4/5, 0/1), Cadogan, Diawara 14 (3/6, 1/3), Sow 7 (2/3, 1/4), Kasongo 2 (1/1, 0/2), Clarke 13 (6/10), Tutu 19 (4/9, 3/8), Gray 14 (5/9, 1/2), Graham 7 (2/2, 1/3), Carson (0/1 da tre), Fortin 10 (5/5), Kappos 2 (1/3, 0/1). All. Swords

Italia: Mussini 19 (3/5, 4/10), Grande 5 (1/2, 1/4), Da Campo 3 (1/3 da tre), Picarelli (0/1, 0/3), Visconti 10 (2/4, 2/7), Longobardi 5 (1/3, 0/2), Marcon 2 (0/2), Mascolo 9 (3/7, 0/2), Cucci 14 (1/8, 1/4), Gellera, Beretta (2 (1/2), Demetrio 1. All. Paccariè
Tiri da due: Can 33/53, Ita 12/34; Tiri da tre Can 7/25, Ita 9/35; Tiri liberi Can 9/13, Ita 19/27. Rimbalzi Can 54 (10 Tutu), Ita 40 (10 Cucci). Assist Can 25 (9 Tutu), Ita 9 (4 Mascolo).
Uscita 5 falli. Cucci
Fallo tecnico a Visconti al minuto 32
Arbitri: Zalazar (Arg), Vulic (Cro), Valeev (Rus)

Prima giornata del Girone D
Germania-Norvegia 66-43 (PalaBarbuto, Napoli)
Canada-Italia 96-70 (PalaDelMauro, Avellino)

Seconda giornata del Girone D
Ore 20.00 Germania-Canada (PalaJacazzi, Aversa)
Ore 20.00 Norvegia-Italia (PalaBarbuto, Napoli)

Terza giornata del Girone D
Ore 17.30 Canada-Norvegia (PalaCercola, Cercola)
Ore 20.00 Italia-Germania (PalaBarbuto, Napoli)

Ufficio Stampa Fip

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: