Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

L'esclusione dell'Amatori Pescara dalla Serie A2, la verità del Presidente Carlo Di Fabio

https://www.basketmarche.it/immagini_articoli/19-07-2019/esclusione-amatori-pescara-serie-verit-presidente-carlo-fabio-600.jpg

Social

Si è tenuta questa mattina la conferenza stampa del Presidente dell'Amatori Pescara, Carlo Di Fabio. Il numero uno della società abruzzese, parlando a titolo personale, ha provato a fare chiarezza in merito all'esclusione della sua società dalla Serie A2. Di seguito le parole di Di Fabio riportate dal sito Rete 8 Tv che ha seguito l'evento:

“E’ una conferenza stampa triste.Sottolineo che è mia, personale e non imputabile alla società. Questo non significa che sono in disaccordo con gli altri dirigenti, ma è una mia iniziativa. Sull’esclusione dalla serie A2, pur non avendo ricevuto le motivazioni ufficiali, mi attengo a quanto stabilito dalla Federazione. Non farò ricorso. Accetto la decisione della Federazione; ho fatto le veriche del caso e c’era ben poco da fare. In un mese è cambiato tutto, dal sogno all’incubo. Ultimamente ho assistito ad una campagna mediatica pesantissima. I miei dieci anni di dirigenza, evidentemente non sono stati capaci di fornire elementi di stima sul sottoscritto, ma mi prendo le colpe." Questo il pensiero del massimo dirigente pescarese riportato dalla testata Rete 8 Tv.

La wild card per la serie B? Non mi interessa, nè ho intenzione di fare l’attività agonistica prevista (il campionato di Promozione ndc); probabilmente ripartiremo dalle giovanili. I controlli della Comtec (la Commissione Tecnica di Controllo che ha segnalato alla Federazione le irregolarità e di fatto l’esclusione)? Sapevamo dei controlli, ma l’esclusione è stata un fulmine a ciel sereno, altrimenti non avremmo fatto la corsa per iscrivere la squadra e poi potevamo anche immaginare di potere sanare qualcosa per avere diritto alla A2. Purtroppo così non è stato”.

Fonte: Rete 8 Tv

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: