Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

De'Longhi Treviso, le prime parole di Isaac Fotu ''Ho scelto Treviso perchè è un'ottima soluzione per me''

https://www.basketmarche.it/immagini_articoli/24-07-2019/longhi-treviso-prime-parole-isaac-fotu-scelto-treviso-perch-ottima-soluzione-600.jpg

Social

Abbiamo “intercettato” Isaac Fotu in Nuova Zelanda dove sta preparando i Mondiali con la sua nazionale. Fotu, 25 anni, 203 cm, ala forte con passaporto inglese, è stato annunciato nei giorni scorsi come uno dei componenti del reparto-lunghi della De’ Longhi Treviso Basket 2019/20.

Isaac perché dopo i due anni a Ulm in Germania hai scelto la De’ Longhi Treviso?
“Ho scelto questa squadra perché sembra un’ottima situazione per me. Ho parlato con l’allenatore e sono d’accordo su tutto, ho trovato sintonia con quello che mi ha detto, penso che ci sia un buon piano per la nuova squadra. Inoltre ho sentito che i fan sono fantastici ed è anche un bel posto in cui vivere.”

Sarà la tua prima stagione nel campionato italiano, è un passo importante per la tua carriera?
È la mia prima stagione in Italia e sono entusiasta di vedere com’è questa nuova lega. Non la conosco molto, ma sono curioso e carico di affrontare questa nuova tappa della mia carriera. Penso che sia importante per la mia carriera giocare in più campionati e avere esperienze diverse in realtà sempre competitive.

Raccontaci la tua storia … perché un figlio di un giocatore di rugby internazionale sceglie il basket in Nuova Zelanda?
“Sono cresciuto giocando a rugby fino a quando avevo 15 anni. Tutti in Nuova Zelanda giocano a rugby, quindi era abbastanza normale, ma quando avevo 15 anni ho deciso di abbandonare il rugby e giocare a basket perché mi divertivo molto ed è uno sport che mi ha stregato.”

Chi è il giocatore che ti ispira? Il tuo esempio
Penso che il giocatore che mi ispira da quando ero più giovane è Mika Vukona dalla Nuova Zelanda. Mi piace il modo in cui gioca e l’intensità e la fisicità con cui affronta le partite.

Hai parlato con l’allenatore Menetti? Cosa pensi di poter dare al squadra?
Ho parlato con coach Manetti e penso di poter portare in campo tutto ciò di cui la squadra ha bisogno. Sarò pronto a giocare duro tutto il tempo in cui il coach mi farà giocare e ad aiutare la squadra in ogni modo necessario per provare a vincere più partite possibile..

Le tue abilità: cosa puoi fare bene e cosa vuoi migliorare
Penso di essere portato a dare energia e fisicità sotto canestro, mi piace catturare i rimbalzi e difendere nel miglior modo possibile. Aiuterò anche a segnare quando la squadra ha bisogno.

Racconta un po ‘di te ai tuoi nuovi fan, hobby, altri sport..
Mi piace guardare il calcio e il rugby. Sono una persona positiva a cui piace ridere e scherzare molto.

Giocherai per la seconda volta ai Mondiali con i “Tall Blacks”, quali sono i tuoi obiettivi?
Ai Mondiali vogliamo finire il più in alto possibile. Siamo sempre gli “underdog”, ma ogni volta riusciamo a fare qualcosa di più del previsto nelle grandi competizioni, quindi stiamo lavorando per farlo di nuovo anche in Cina.

Ufficio Stampa Treviso Basket

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: