Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Altro tassello per l’Unibasket Lanciano 19/20, ufficiale la conferma Alessio Agostinone

https://www.basketmarche.it/immagini_articoli/30-07-2019/tassello-lunibasket-lanciano-1920-ufficiale-conferma-alessio-agostinone-600.jpg

Social

L'Unibasket Lanciano è lieta di poter ufficializzare per la prossima stagione, la conferma del giocatore: Alessio Agostinone.

Alessio Agostinone play guardia teatina classe 94' di 183 cm x 77 chili, è stato uno dei perni del team del presidente Valentinetti giocando nella scorsa stagione 30 partite con una media di 18 minuti a gara e quasi 8 punti di media e mettendosi in luce per il grande dinamismo e l'intensità dimostrate in ogni fase del gioco.

La sua carriera inizia nella stagione 2010 - 2011 con il Chieti Basket che milita in C Regionale: nel biennio 2012 - 2014 si sposta ad Ortona per giocare tra le file della We'are. Con la squadra adriatica inizia un lungo percorso che lo porta a centrare l'approdo in B (stagione 2015 -2016). Dopo tre anni di serie cadetta (stagg. 15 -16, 16 -17 e 17 -18) si è spostato la scorsa estate a Lanciano per sposare il nuovo progetto Unibasket.

Queste le considerazioni del giocatore: "Sono molto contento di essere anche per quest'anno un giocatore dell' Unibasket Lanciano! Sarà bello ritrovare in squadra tanti giocatori con cui ho già condiviso lo spogliatoio negli anni passati. Ci aspetta un campionato molto duro, ma lavoreremo per fare ancora meglio rispetto allo scorso anno. Non vedo l'ora di ricominciare!"

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: