Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

La Vuelle Pesaro adesso punta il pivot, valutati i profili di Yanick Moreira e DeJuan Blair

https://www.basketmarche.it/immagini_articoli/04-08-2019/vuelle-pesaro-adesso-punta-pivot-valutati-profili-yanick-moreira-dejuan-blair-600.jpg

Social

Dopo aver ufficializzato l'arrivo di Vasa Pulica nel ruolo di playmaker titolare, la Carpegna Prosciutto Basket Pesaro è alla ricerca dell'ultimo tassello per completare il proprio roster, quello del centro da quintetto base. Secondo quanto riportato stamane da Il Resto del Carlino, tra i profili valutati in questi giorni c'è quello dell’ex Virtus Bologna Yanick Moreira, classe 1991, angolano di nascita, con esperienze in Europa a Rouen, Murcia, Parma Perm e Paok Salonicco. Altro giocatore sotto osservazione è DeJuan Blair, classe 1989, prodotto dell'Università di Pittsburgh, visto in NBA con le maglie di San Antonio, Washington e Dallas. Riguardo Blair è comunque interessante notare quanto riportato sulla pagina Wikipedia dedicata a lui:

"Sebbene pesi oltre 120 kg è dotato di grande agilità ed esplosività che gli garantiscono una buona media punti, inoltre è un grandissimo difensore nonché abile catturatore di rimbalzi sotto le plance amiche e non solo. Molto scetticismo c'è, però, sulla durata della sua carriera. DeJuan infatti manca dei legamenti crociati anteriori di entrambe le ginocchia. Sottopostosi tre anni fa ad una sorta di trapianto dopo averli persi, il suo corpo, invece di rigettare i nuovi legamenti, li ha assorbiti: Dejuan ha quindi giocato due anni con il team di Pittsburgh del tutto ignaro di ciò, e scoprendosi mancante dei legamenti solo attraverso le visite mediche effettuate prima di firmare con i San Antonio Spurs. In seguito, il suo medico ha affermato che questo "assorbimento" si verifica in un caso su un milione, ed è praticamente un miracolo il solo fatto che possa camminare senza problemi."

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: