Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Memorial Giani: la Pallacanestro Cantù batte Treviglio, in finale sarà derby contro l'Olimpia Milano

https://www.basketmarche.it/immagini_articoli/01-09-2019/memorial-giani-pallacanestro-cant-batte-treviglio-finale-derby-olimpia-milano-600.png

Social

Priva di Collins, ai box per una botta presa in allenamento, l’Acqua S.Bernardo di coach Pancotto riesce a superare con autorità l’esame Treviglio, sconfitta da Hayes e compagni nella seconda semifinale del Memorial Giani. Al “PalaEolo” di Castelletto sopra Ticino è la Pallacanestro Cantù a imporsi, 66 a 51 il risultato finale, riuscendo così a guadagnarsi una meritata finale contro la fortissima Olimpia Milano di coach Messina. Quello di domani – palla a due alle ore 20:30 – sarà il primo derby della nuova stagione tra le due gloriose compagini. Il protagonista di serata è proprio Hayes, grande protagonista con 15 punti (top scorer), 9 rimbalzi e 4 stoppate. Doppia cifra anche per Wilson (12 punti e 8 rimbalzi) e per Rodriguez (10).

LA CRONACA

Per la seconda amichevole della preseason coach Pancotto sceglie di partire in quintetto con Clark in regia, supportato sugli esterni dalla freschezza della “stellina” Procida e dal carisma di Pecchia, lo scorso anno ex capitano proprio di Treviglio. Sotto canestro Hayes e Wilson, all’esordio in questo precampionato biancoblù.

L’avvio dell’Acqua S.Bernardo è subito positivo, con Clark e Hayes a regalare spettacolo: alley oop del primo per il secondo, schiacciata del prodotto di Florida University e 4 a 3 Cantù. Wilson, sulla sirena dei 24’’, manda a bersaglio la “bomba” del momentaneo +4 canturino che, dopo tre minuti e mezzo, porta i brianzoli in vantaggio 7 a 3. Nel finale di primo quarto Burnell (tra i più attivi) e compagni conducono con tre possessi di margine, salvo poi concedere il ritorno della Blu Basket, sospinta dalla personalità di Caroti, che al 10’ accorcia il punteggio sino al parziale 17 a 14.

Come all’inizio della prima frazione, anche in avvio di secondo periodo è Hayes a rendersi protagonista, autore di quattro punti consecutivi che portano Cantù a condurre di sette lunghezze. Vantaggio canturino che, trenta secondi dopo, si fa ancor più corposo grazie a una bella azione personale di Pecchia, per il 23 a 14 a favore della S.Bernardo dopo 13’ abbondanti di gara. La doppia cifra di vantaggio arriva dalla lunetta, con Wilson, che precede la giocata più spettacolare del primo tempo: a metà quarto Hayes “spegne” l’offensiva di Palumbo, meritando gli applausi del pubblico prevalentemente novarese. Ed è ancora Hayes, sempre lui, a essere decisivo su entrambi i lati del campo, con il canestro che a 2’ dall’intervallo “doppia” Treviglio, portando lo score sul momentaneo 28 a 14. Prima di fare ritorno negli spogliatoi sul +8, con Treviglio brava a tornare su, Clark è bravo ad allungare nuovamente grazie a un bel piazzato da due. 31 a 21 al 20’. Alla pausa lunga 15 punti in due per la coppia Hayes-Wilson, rispettivamente a referto con 9 e 8 punti.

Alla ripresa del gioco è Treviglio a partire meglio, con Pacher e Caroti in mostra. I due guidano la Blu Basket sino al -5 (36-31) del 26’, salvo poi cedere il passo al giovane Procida, colui che - un po’ a sorpresa - riesce ad accendere la luce in casa Acqua S.Bernardo. Tripla a segno e time out per coach Vertemati. Nonostante le sfuriate offensive di D’Almeida, Cantù riesce a mantenere i tre possessi di vantaggio grazie alle giocate di Pecchia e Simioni. È lo stesso D’Almeida, però, a realizzare poco dopo la tripla del nuovo -5, che consente a Treviglio di riaprire ampiamente la partita. In chiusura di terzo quarto, sulla sirena, Clark riesce a mangiarsi la difesa avversaria, appoggiando al ferro il 45 a 38 che manda in archivio il penultimo periodo.

La quarta e ultima frazione vede Cantù primeggiare sia in campo che nel risultato, avanti 50 a 38 a otto minuti e mezzo dalla fine. Tuttavia, la formazione di coach Vertemati non molla, con Pacher sempre presente e concreto in area. Da oltre l’arco torna a farsi sentire Procida che, con il suo talento, riesce a strappare altri applausi al pubblico del “PalaEolo”. Negli ultimi minuti la scena se la prende tutta il giovane D’Almeida, autore di un canestro dietro l’altro che, a tre minuti e mezzo dal termine, riesce a riaprire una gara ipoteticamente già chiusa. Nel finale scaldano i motori Rodriguez e Pecchia, protagonisti dell’ultima fiammata canturina che permette alla S.Bernardo di riportare il match stabilmente sui propri binari. La ciliegina sulla torta ce la mette Hayes, con una poderosa schiacciata che vale il 65 a 51 e che, a meno di novanta secondi dalla conclusione, chiude la partita senza altri canestri.

ACQUA S.BERNARDO CANTÙ-BLU BASKET TREVIGLIO 66-51
(17-14, 14-7; 14-17, 21-13)

Cantù: Creek 4, Di Giuliomaria, Procida 6, Clark 6, La Torre, Hayes 15, Wilson 12, Burnell 4, Baparapè, Simioni 4, Rodriguez 10, Pecchia 5. All. Pancotto

Treviglio: Pacher 11, Cagliani n.e., Reati 3, Caroti 10, Nani n.e., Palumbo 3, D’Almeida 13, Dembelé n.e., Manenti n.e., Ivanov 4, Taddeo 3, Borra 4. All. Vertemati

Ufficio Stampa Pallacanestro Cantù

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: