Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Campetto Ancona, coach Regini ''Test con Civitanova positivo, ma la strada da fare è ancora tanta''

https://www.basketmarche.it/immagini_articoli/02-09-2019/campetto-ancona-coach-regini-test-civitanova-positivo-strada-fare-ancora-tanta-600.jpg

Social

Sudatissimo e già con un filo di voce, coach Paolo Regini, al termine della prima uscita di precampionato della sua Luciana Mosconi Ancona, si mette ad analizzare la prestazione della squadra al PalaRisorgimento di Civitanova allargando poi il suo giudizio ai primi 10 giorni di preparazione.

Coach, prima analisi del match. Come hai visto la squadra in campo?

“Oggi era importante per me vedere certe cose sui ragazzi, più che giudicare il livello tecnico e tattico. Era la prima uscita e il primo impatto con il campo, oltretutto contro un avversario molto ben strutturato e forse in questo momento più avanti di noi, sicuramente più pronto. Alla fine direi che il giudizio è positivo anche se la strada da percorrere è ancora lunga. Civitanova si è dimostrata squadra più pronta, molto intensa con esterni rapidi e trascinata da Valerio Amoroso che in Serie B può far male davvero a moltissimi.

Ogni squadra in questo momento è all’interno del proprio laboratorio alle prese con il suo progetto e il suo percorso. Sono fermamente convinto che il nostro sia quello giusto per arrivare pronti a fine settembre. E’ stata comunque una partita vera soprattutto dal punto di vista dell’intensità considerato sempre il periodo in cui ci troviamo. Chiaro che le assenze di Ferri e Quaglia ci condizionano in maniera totale ma abbiamo visto le alternative che possiamo avere nei due ruoli nevralgici, e anche in questo caso il mio giudizio è positivo.”

Quali sono le tue considerazioni più globali riferite a questa prima parte di preparazione?
“Siamo una squadra tutta nuova e con dieci giorni di preparazione sulle gambe. E’ logico che non possiamo pretendere di vedere un atteggiamento tattico di un certo livello. Abbiamo sicuramente denotato alcuni aspetti su certi giocatori che mettiamo all’interno del nostro bagaglio per farne tesoro e su cui poter lavorare sin dalla ripresa degli allenamenti. Il gruppo è appena assemblato e sta imparando a conoscersi. Quello che vediamo è sicuramente il massimo impegno durante gli allenamenti e la voglia di sbattersi in palestra. Dal più esperto al più giovane tutti remano in questa direzione che direi è fondamentale per un processo di formazione di una squadra e di un gruppo vero.”

Prossimi step della squadra?
“Andiamo avanti sperando che i ritorni di Ferri e Quaglia arrivino presto. Quando saremo finalmente al completo inizieremo ad alzare il volume per arrivare a ottenere il massimo.”

Due giorni di riposo per la Luciana Mosconi Ancona che si ritroverà in palestra martedì 3 settembre. Mattino al Conero Wellness e pomeriggio (17.30-19.15) al Palarossini. Sarà una settimana caratterizzata da altre due amichevoli: mercoledì 4 (ore 19.30) alla Bombonera di Montegranaro contro la neopromossa Sutor, e sabato 7 (ore 18.00) a P.S.Elpidio. Giovedì 5 evento presso la sede di Ancona della Luciana Mosconi con la presentazione ufficiale a stampa ed autorità della squadra.

Ufficio Stampa Campetto Basket Ancona

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: