Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

L'Olimpia Milano sfida la Dinamo Sassari degli ex Jerrells e McLean

https://www.basketmarche.it/immagini_articoli/14-09-2019/olimpia-milano-sfida-dinamo-sassari-jerrells-mclean-600.jpg

Social

L’Olimpia torna in campo per il terzo dei quattro tornei prestagionali a Cagliari, competizione affrontata anche la passata stagione. La Dinamo Sassari, finalista dell’ultimo campionato, che ha vinto le ultime due edizioni del torneo sardo, sarà la prima avversaria dell’Olimpia, sabato 14 settembre alle 20.30 nella seconda semifinale. La prima vedrà di scena il Khimki Mosca (squadra di EuroLeague) e l’Hapoel Gerusalemme.

LA SEMIFINALE – Sassari ha giocato l’ultima gara a Nuoro contro l’Hapoel perdendo 105-97, ma con numerose assenze. A Cagliari farà l’esordio stagionale Jamel McLean, il centro che dopo aver giocato due anni a Milano (uno scudetto e due Coppe Italia) è andato all’Olympiacos e a Kuban. Altra curiosità è la presenza di Curtis Jerrells, che a Milano ha giocato tre anni in due momenti diversi con due scudetti. In tutto, gli ex possono essere cinque, inclusi Giacomo Devecchi, Daniele Magro e Stefano Gentile. Altre novità rispetto alla squadra dell’ultima stagione sono il centro croato Miro Bilan, l’ala Dwayne Evans e la guardia Michele Vitali, rientrato in Italia da Andorra. Vitali ha vinto lo scudetto juniores con la Virtus Bologna giocando insieme a Riccardo Moraschini.

L’ALTRA SEMIFINALE – Il Khimki ha svolto un mercato profondo in estate in vista della stagione di EuroLeague, firmando da Monaco il playmaker Stefan Jovic (via con la Nazionale serba) e il centro Devin Booker, dal Darussafaka l’ala forte Jeremy Evans, da San Pietroburgo il centro di 2.21 Andrei Desyatnikov e il nazionale, ex NBA, Sergei Karassev, un esterno. Infine, tre giocatori sono stati riportati in Europa dalla NBA: l’ala Jonas Jerebko (anni importanti a Biella prima di attraversare l’oceano) che nell’ultima stagione era ai Golden State Warriors, il centro Timofey Mozgov che proprio dal Khimki aveva spiccato il volo verso la NBA vincendo anche un titolo a Cleveland, e Dairis Bertans, quasi due anni all’Olimpia con uno scudetto e due Supercoppe prima di coronare il sogno di giocare nella NBA, a New Orleans.

Confermato in gran parte il nucleo di giocatori locali capeggiato da Alexey Shved. Svolta la preparazione in Lituania, il Khimki affronterà l’Hapoel Gerusalemme nella prima semifinale. La squadra israeliana gioca la BCL, è allenata dall’ex grande playmaker di Maccabi e Panathinaikos, Oded Katash, e ha firmato in estate Trent Lockett, ala piccola visto in Italia a Trento, e la guardia americana Isaiah Cousins che ritorna in Europa dopo aver già giocato a Cholet in Francia. E’ rimasto anche James Feldeine, che ha giocato in EuroLeague al Panathinaikos e alla Stella Rossa.

L’OLIMPIA – Livello ancora molto alto per l’Olimpia che a Cagliari avrà un giocatore in meno: Deividas Dulkys, che ha dato un contributo sostanzioso in questo precampionato, infatti, ha lasciato Milano questa mattina per raggiungere la sua nuova squadra. Le sei assenze previste saranno in parte compensate da Xavi Rey, Alexandar Shashkov e il 16enne Francesco Gravaghi, com’è stato finora. La squadra si è allenata al Mediolanum Forum ed è partita per Cagliari nel pomeriggio di venerdì. Tornerà lunedì per la settimana dell’esordio casalingo del 19 settembre contro l’Urania e dopo il torneo di Atene.

Ufficio Stampa Olimpia Milano

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: