Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

La Carpegna Prosciutto Pesaro si spegne nel secondo tempo, la Fortitudo Bologna ringrazia e vince

Una Carpegna Prosciutto Basket Pesaro in chiaroscuro nella prima di campionato: bene nel primo tempo, in difficoltà nel secondo. Alla Vitrifrigo Arena nel match che ha aperto il nuovo campionato di Serie A la vittoria va alla Pompea Fortitudo Bologna per 72-80.

Per la Carpegna Prosciutto Basket Pesaro in quintetto ci sono Barford, Drell, Mussini, Lydeka e Thomas, mentre coach Martino si affida a Robertson, Aradori, Leunen, Fantinelli e Daniel.

Fantinelli da sotto firma il 6-5 ospite al 3′ ma poi la tripla di Thomas riporta avanti i pesaresi. Leunen realizza il 13-8 biancoblu a 4’30” dalla prima sirena, Drell accorcia con una bella entrata in area, imitato subito dopo da Lydeka per il nuovo -1. Nella Carpegna Prosciutto Basket Pesaro esce Lydeka per Totè mentre dall’altra parte Cinciarini sostituisce Aradori. Leunen è in serata dai 6.75 ma Barford non è da meno per la nuova parità a quota 16. Robertson riporta a +4 la Fortitudo, Totè si mette subito in mostra con una grande schiacciata. La tripla del numero 3 ospite porta la Pompea sul 23-18 a 1’10” dalla fine del primo quarto. Coach Perego manda in campo Zanotti per Miaschi e fa il suo debutto anche il giovane Lorenzo Calbini. Il primo quarto si chiude sul 23-20 in favore della Pompea Fortitudo con il tentativo senza fortuna di Mancinelli.

Il secondo periodo si apre con la Carpegna Prosciutto Basket Pesaro sul parquet con Mussini, Thomas, Totè, Miaschi e Zanotti. Aradori e Mancinelli provano ad allungare le distanze ma Zanotti con un’ottima tripla riporta la Carpegna Prosciutto Basket Pesaro a -6 (26-32) al 14′. Coach Perego rimanda in campo Lydeka per Totè prima di chiamare timeout dopo il canestro di Mancinelli per il 36-28 ospite. La volata in contropiede con schiacciata finale di Barford riporta sotto la Carpegna Prosciutto Basket Pesaro con un break aperto di 5-0 che spinge coach Martino a chiamare timeout sul 33-36 a 4’31” dall’intervallo. Jaylen mette a segno una gran tripla per il -2 dei padroni di casa, Lydeka è bravo a realizzare e a subire fallo, poi ci pensa Barford a far esplodere la Vitrifrigo Arena con una grandissima bomba a 2 secondi dalla fine del possesso. Il primo tempo si chiude sul 41-40 dopo il pallone perso dai bolognesi e il tentativo senza fortuna di Drell. A metà gara il miglior realizzatore tra i biancorossi è Barford, autore di 14 punti.

Al ritorno in campo Leunen firma i primi due punti per il nuovo vantaggio della Pompea Fortitudo ma la tripla di Mussini scalda la Vitrifrigo Arena sul 44-42. Daniel e la tripla di Robertson valgono il 47-44 emiliano al 23′, con coach Perego che chiama un minuto di sospensione dopo la nuova schiacciata di Daniel a 5’57” dalla terza sirena. Leunen e il numero 22 biancoblu continuano a realizzare mentre la Carpegna Prosciutto Basket Pesaro fa fatica in fase offensiva. Barford sblocca il tabellino biancorosso, ma Fantinelli e la bomba dell’ex Stipcevic portano la Pompea Fortitudo al massimo vantaggio di +20 (46-66) a 8 secondi dalla fine del terzo quarto, con Zanotti a realizzare l’ultimo canestro del periodo. Al 30′ il tabellone è sul 48-66.

Gli ultimi 10 minuti partono con il canestro di Dellosto e i due consecutivi di Totè per il 52-70 al 32′. Il numero 9 ospite mette a segno un’altra tripla a cui risponde subito dopo Barford. La Carpegna Prosciutto Basket Pesaro fatica a rimbalzo e la panchina biancorossa decide di chiamare timeout a 4’08” dalla fine del match sul 59-75. Mussini e Totè tengono vive le speranze di rimonta per la Carpegna Prosciutto Basket Pesaro e coach Martino decide di interrompere il trend in favore dei padroni di casa sul 63-75 a 3’03” dall’ultima sirena. Miaschi è bravo a recuperare palla e a subire il fallo di Aradori: Federico fa 2/2 e la Carpegna Prosciutto Basket Pesaro deve recuperare dieci punti di svantaggio.

Mussini ci prova da tre punti senza trovare il canestro al 38′, la terna arbitrale fischia un fallo antisportivo a Totè che manda in lunetta Leunen che fa 2/2 per il 65-78. Thomas accorcia il gap ma il canestro di Aradori consegna la vittoria alla Pompea Fortitudo. I canestri di Miaschi e Totè fissano il punteggio sul risultato finale di 72-80. Il miglior realizzatore di serata è Jaylen Barford autore di 22 punti. La Carpegna Prosciutto Basket Pesaro ora è attesa dalla trasferta di Sassari contro la Dinamo Banco di Sardegna in programma per domenica 29 settembre alle 18 al PalaSerradimigni.

Carpegna Prosciutto Basket Pesaro - Fortitudo Pompea Bologna 72-80 (20-23; 41-40; 48-66)

Pesaro: Barford 22, Drell 2, Mussini 8, Pusica ne, Calbini, Miaschi 6, Alessandrini ne, Lydeka 4, Basso ne, Thomas 10, Totè 12, Zanotti 8. All. Perego

Bologna: Robertson 12, Aradori 11, Cinciarini 4, Mancinelli 10, Franco ne, Dellosto 7, Leunen 10, Prunotto ne, Fantinelli 6, Daniel 17, Stipcevic 3. All. Martino

Arbitri: Mazzoni, Martolini, Pepponi

Spett.: 5.502

Ufficio Stampa Carpegna Prosciutto Basket Pesaro

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: