Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Olimpia Milano, coach Messina ''Contro Treviso sarà una partita combattuta, servirà pazienza''

Ci sono tante prime volte o ritorni nella gara che l’Olimpia giocherà a Treviso, giovedì 26 settembre, alle 20.45. Treviso ritorna in Serie A dopo sette anni di assenza: se ne andò al termine della stagione 2011/12, la stessa in cui il PalaVerde di Villorba ospitò due squadre del massimo campionato, inclusa la Reyer Venezia. L’Olimpia “chiuse” la stagione regolare casalinga dell’allora Benetton e poi “chiuse” il PalaVerde eliminando la Reyer 3-0 nel primo turno dei playoff. Sono passati sette anni, la Serie A torna a Treviso, torna al PalaVerde e torna anche l’Olimpia. Si tratta della prima partita nel campionato italiano per Sergio Rodriguez, Aaron White e Michael Roll; la prima ufficiale in Europa per Shelvin Mack. Ettore Messina allena una partita della lega italiana per la prima volta dal 2005: per un curioso intreccio del destino la sua ultima gara italiana fu anche quella al PalaVerde. All’epoca allenava la squadra di casa e l’avversaria era l’Olimpia guidata da Lino Lardo. In campo ci sono quattro giocatori della Nazionale che ha disputato la Coppa del Mondo: Amedeo Della Valle, Paul Biligha, Jeff Brooks e Amedeo Tessitori di Treviso.

L’OLIMPIA – Arriva a questo esordio dopo una preseason “perfetta”, 10 gare giocate e 10 gare vinte. Cantù, Pistoia e Sassari sono state le squadre di Serie A affrontate. L’ultimo impegno è stato ad Atene con la vittoria nel Trofeo Giannakopoulos. La squadra è rientrata a Milano lunedì all’ora di pranzo. E’ partita per Treviso dopo l’allenamento di mercoledì. Esordio ufficiale in maglia biancorossa anche per Riccardo Moraschini e Paul Biligha. Non disponibili Nemanja Nedovic e Arturas Gudaitis.

COACH ETTORE MESSINA – “Sappiamo che sarà una partita combattuta, Treviso torna in Serie A dopo sette anni e avrà dalla sua un pubblico entusiasta e praticamente un’intera città alle spalle. Siamo coscienti che non sarà una partita semplice e di doverla affrontare con pazienza. Soprattutto rimbalzi e difesa saranno le armi chiave per spuntarla. Per me personalmente si tratterà di un momento molto particolare, perché a Treviso io e la mia famiglia abbiamo trascorso tre anni bellissimi”.

L’AVVERSARIO – Il nome più altisonante è quello del veterano David Logan, 37 anni: ha giocato in Italia a Pavia, Sassari e da ultimo Avellino. Ha vinto la A2 con Treviso, ha esperienza di EuroLeague anche nel Panathinaikos. Fa coppia con Aleksey Nikolic, esordiente in Italia, playmaker sloveno, un nazionale, che ha giocato l’EuroLeague a Bamberg e proviene dal Partizan. Gli altri tre stranieri sono Charles Cooke, guardia di 25 anni al primo anno in Europa, Jordan Parks, ala che ha fatto a Trieste e Capo d’Orlando eccellenti campionati di A2, e Isaac Fotu, che ha giocato i Mondiali con la Nuova Zelanda (scuola americana, Hawaii) e viene da Ulm in Germania. L’italiano di punta è Tessitori, un nazionale, che era a Treviso anche nella galoppata vincente verso la Serie A, come il playmaker Matteo Imbrò, il centro Matteo Chillo, la guardia Lorenzo Uglietti e le ali Davide Alviti e Luca Severini

I PRECEDENTI VS TREVISO – Tecnicamente si tratta della prima partita tra queste due squadre perché la Treviso di oggi non è emanazione della vecchia Benetton. Considerandola però la legittima ereditiera, si contano 71 precedenti con bilancio favorevole all’Olimpia 37-34, 25-8 a Milano, 12-26 a Treviso. Le squadre si sono incontrate anche in quattro serie di playoff. Nel 1988/89 la prima volta nei quarti di finale, 2-0 Olimpia; nel 1998/99, ancora nei quarti vinse Treviso 3-0; nel 2004/05, semifinale, l’Olimpia vinse 3-2; l’anno dopo nei quarti il risultato venne invertito, 3-2 per Treviso. Nella stagione 2011/12, l’ultima gara interna della Benetton venne giocato proprio contro l’Olimpia che vinse 84-76 con 23 punti di Omar Cook e 22 di Ioannis Bourousis. L’ultima dell’Olimpia al Palaverde fu nella stessa stagione contro Venezia in gara 3 dei quarti di finale, 82-80 Olimpia con 20 di Malik Hairston, incluso il canestro della vittoria.

LA TREVISO CONNECTION – Ettore Messina ha allenato a Treviso per tre anni, ai tempi della Benetton. La squadra attuale ha ereditato il ruolo della Pallacanestro Treviso pur essendo un club completamente nuovo. L’ultima partita nel campionato italiano di Messina nella stagione 2004/05 fu proprio al Palaverde e proprio contro l’Olimpia, gara 5 di semifinale, in cui l’Olimpia vinse conquistando l’accesso alla finale. A Treviso, Messina ha vinto uno scudetto e tre Coppe Italia. Max Menetti, il tecnico di Treviso, ha giocato una finale scudetto contro l’Olimpia perdendola 4-2 nella stagione 2015/16. In quella squadra figurava Amedeo Della Valle che ora è a Milano. Della Valle, Jeff Brooks, Paul Biligha e il centro trevigiano Amedeo Tessitori hanno giocato insieme nella Nazionale italiana alla Coppa del Mondo 2019. Menetti ha allenato anche Andrea Cinciarini, sempre a Reggio Emilia

GLI ARBITRI – La partita di Treviso sarà diretta da Michele Rossi, Guido Giovannetti e Dario Morelli.

Fonte: ufficio stampa Olimpia Milano

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: