Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

La corazzata Teate Basket Chieti sulla strada dello Janus Fabriano

Archiviato il brillante debutto casalingo, la Ristopro di coach Pansa si mette in viaggio per il primo impegno esterno della stagione. Nella seconda giornata giornata di Serie B Old Wild West, Fabriano va in scena al PalaTricalle di Chieti per affrontare una delle grandi favorite del campionato, la Esa Italia Chieti.

La squadra teatina affidata guidata da coach Piero Coen è costruita con la legittima ambizione di tentare il grande salto, potendo contare su giocatori che costituiscono delle vere e proprie garanzie di successo. Da San Severo sono giunti due veterani come Antonio Ruggiero e Massimo Rezzano per innalzare il tasso di qualità e pericolosità offensiva, a cui si è aggiunto, proprio in queste ultime ore, quel Nico Stanic che da anni trionfa in Serie B. Reduce dalla breve esperienza a Caserta, l’argentino classe '84 è stato chiamato per ovviare all’infortunio di un altro vincente della Serie B, il play/guardia Alex Simoncelli, proveniente da una promozione in Serie A2 con l'Urania Milano.

La qualità del roster di Chieti prosegue anche nello spot di “3” con Massimiliano Sanna, anche lui approdato l’estate scorsa dopo l'esperienza vissuta in maglia Salerno. Confermato l'apporto del prodotto locale Gianluca Di Carmine, sinonimo di intensità, classe e concretezza. Il reparto lunghi trova in Riziero Ponziani un giocatore solido e gran rimbalzista, un elemento molto importante e che trova un’ottima alternativa anche nel classe '98 Adama Ba, atleta dalle spiccate doti a rimbalzo e grande verticalità. Non potevamo dimenticare il capitano della formazione teatina, Fabrizio Gialloreto, due stagioni fa protagonista con la nostra maglia nel primo storico campionato di Serie B. Intelligenza cestistica e gran tiratore dai 6,75m (il suo high season nel campionato 2018-19 proprio al PalaGuerrieri con un mortifero 8/10 da tre) che non ha mai nascosto il suo affetto per Fabriano e che rivedremo con molto piacere. Il reparto esterni è completato da due under di ottimo livello come Davide Meluzzi, già protagonista nella scorsa stagione in maglia teatina, e l'ex Cerignola Danilo Raicevic.

Sarà un match con diversi ex: Nicolas Stanic (a Fabriano in maglia Fabriano Basket e Spider Fabriano) e appunto Fabrizio Gialloreto. Tra le fila Janus, Todor Radonjic fa ritorno al PalaTricalle, dove ha giocato nell’ultima parte della scorsa stagione, terminando il proprio campionato in semifinale playoff.

Si prospetta una sfida dall’elevato coefficiente di difficoltà per Fabriano, considerando anche la sconfitta patita al debutto dai teatini nel derby con Giulianova. L'Esa Italia è una squadra esperta e dal grande tasso qualitativo, per tornare a casa con i due punti servirà una Ristopro pressoché perfetta.

Fonte: ufficio stampa Janus Basket Fabriano

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: