Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Germani Brescia, Giacomo Baioni ''Contro Brindisi sarà una partita di alto livello''

“Arriviamo alla partita con Brindisi in salute, giocheremo contro una squadra ben costruita. Sarà una partita di alto livello”. La presentazione della gara tra Happy Casa Brindisi e Germani Basket Brescia, anticipo della terza giornata di Serie A, è affidata alle parole di Giacomo Baioni, assistant coach della Leonessa, che racconta il momento della propria squadra dopo le brillanti vittorie ottenute in campionato (con Reggio Emilia e Milano) e in EuroCup (con Kazan).

“Arriviamo alla partita sicuramente in salute, sarebbe falso dire il contrario – spiega l’allenatore marchigiano -. Ci arriviamo avendo alle spalle due partite estremamente consistenti, una cosa importante perché siamo ancora in fase di costruzione della squadra. I risultati positivi fanno sempre piacere, ma vedere la squadra che cresce in maniera consistente nei singoli e nella coralità è sicuramente la cosa più importante”.

“Sabato sera ci troveremo di fronte una squadra ben costruita – prosegue Baioni -, un mix di talento tecnico e grande fisicità, soprattutto negli atleti schierati normalmente da Vitucci nel quintetto base. L’Happy Casa ha un nucleo di giocatori presenti in roster da più di una stagione, ha gerarchie ben precise ed è capace di punire ogni minimo errore offensivo, creando importanti gap nell’arco della gara. Ha grande forza nel rimbalzo d’attacco e si esalta di fronte al proprio pubblico, sempre molto caloroso e corretto”.

“Quella di sabato sera sarà una partita maschia, ruvida, tra due squadre che giocano un basket molto diverso – prosegue il coach pesarese -. Entrambe, però, puntano a essere protagoniste in Italia e in Europa, anche se la Champions League a cui parteciperà la società pugliese deve ancora iniziare. Sarà una partita di alto livello”.

“A livello di energie fisiche saremo un po’ spremuti, ma i giocatori sanno che dove non arrivano le gambe deve arrivare la testa – conclude l’assistant coach della Leonessa -. Abbiamo già dimostrato di poterlo fare, dobbiamo portare avanti questa prerogativa. Sappiamo che nei primi mesi il ritmo con cui avremo a che fare sarà questo: funziona così e dobbiamo essere bravi a fronteggiarlo. Warner? Venerdì farà il primo allenamento con la squadra, è impensabile che possa avere un impatto importante sulle prossime partite. In ogni caso starà con il gruppo e farà attività con la squadra. Senza dargli troppa pressione, abbiamo bisogno di lui per provare ad ampliare le rotazioni e dare qualità agli allenamenti”.

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: