Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Sfortunato esordio per la Pallacanestro Recanati, coach Pesaresi ''Fatto fatica a trovare soluzioni in attacco''

Si è svolta Domenica pomeriggio presso il Palabaldinelli di Osimo la prima partita del campionato di pallacanestro, che ha visto giocare la Rinnovar2Recanati contro la Bartoli Mechanics Fossombrone, registrando un successo di pubblico e la presenza eccezionale sugli spalti del presidente del Coni Marche, Fabio Luna.

Per la squadra Recanatese, questo match è stato un crescendo che non è bastato a raggiungere la vittoria: il primo e il secondo quarto (13-15 e 22-31 i rispettivi parziali) hanno visto i Recanatesi subire la pressione degli ospiti; un segnale di ripresa si è avuto soltanto nel terzo tempo, in cui in pochi minuti sono stati recuperati dieci punti. Anche il terzo tempo, però, si è concluso con un vantaggio del Fossombrone, arrivato a 45 punti contro i 38 dei Recanatesi.

Dopo quasi trenta minuti di reciproco studio fra le squadre, è arrivato l’acuto dei giocatori di casa, che hanno raggiunto gli avversari sul punteggio di 54-54. Un pareggio durato poco, che ha visto chiudere la partita in favore della Bartoli Mechanics Fossombrone, con un vantaggio di 5 punti, che ha sollevato qualche sportiva contestazione fra i tifosi: contestabili secondo la panchina recanatese sono stati infatti il 56esimo punto assegnato ai montefeltrini e la stoppata su Alessandroni, che ha avuto l’occasione di infilare nel canestro la palla del sorpasso a pochi secondi dal fischio finale.

“Sapevamo che Fossombrone non fosse un avversario facile, ma abbiamo riscontato grandi difficoltà a trovare soluzioni favorevoli in attacco, eravamo in ritardo nel sincronizzarci e nel muoverci in modo coordinato in difesa – questo il commento di Marco Pesaresi, allenatore della Rinnovar2 Recanati - Poi la partita è cambiata completamente nella seconda parte, perché la squadra ha risposto bene, ha provato a rientrare in partita, sfiorando il vantaggio, anche se non è bastato. Noi abbiamo avuto diverse buone occasioni, ma sono stati episodi isolati, probabilmente il fattore emotivo non ha giocato a nostro favore, mentre gli avversari sono stati più costanti nel modo di giocare e nel fare più punti”.

La prossima partita per il team guidato dal coach Pesaresi è in programma per il 12 ottobre alle 19 al Palasavelli, dove incontreranno la B-Chem Virtus Porto San Giorgio.

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: