Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

La Raggisolaris Faenza sfida il Campetto Ancona, coach Friso ''Ancona può rialzare la testa in qualsiasi momento''

Lasciatasi alle spalle la sfortuna e gli episodi sfavorevoli, la Rekico ritorna nel fortino amico del PalaCattani ospitando la Luciana Mosconi Ancona, match in programma domenica alle 18. Una gara insidiosa contro una formazione costruita per puntare ai play off, ma ritrovatasi dopo quattro giornate all’ultimo posto senza vittorie. Anche ai Raggisolaris non mancheranno gli stimoli, dopo aver visto sfumare al supplementare il successo in casa di Chieti nel turno infrasettimanale.

EVENTI Sarà la voce della faentina Sara Calamelli ad intonare le note dell’inno di Mameli prima del match tra Rekico e Luciana Mosconi Ancona. La cantante 11enne ha vinto lo Zecchino d’Oro nel 2017 con la canzone “Una parola magica”.

IL PREPARTITA “Con Ancona ci aspetta una partita delicata – sottolinea coach Massimo Friso -, perché è a zero punti e non sta giocando come si pensava ad inizio stagione, ma ha tanti giocatori d’orgoglio e importanti per la serie B e può rialzare la testa in qualsiasi momento. Il suo roster è infatti da play off e non certo da bassa classifica. Hanno un playmaker esperto come Ferri, che ha vinto campionati in B e giocato in A2, un bomber come Centanni, sul quale dovremo fare una infinita staffetta difensiva per quaranta minuti, e sotto canestro c’è Quaglia. Ancona ha un quintetto importante e forse una panchina corta e su questo dovremo giocare, perché a Chieti sono scesi in campo tutti i dieci gli uomini del roster e ognuno di loro ha dato un importante contributo. Bisognerà quindi sfruttare le rotazioni, imponendo e mantenendo ritmi alti e un gioco veloce. Per noi sarà una gara importante da non lasciarsi sfuggire e dovremo dare continuità alle buone prestazione contro Cento e Chieti dove abbiamo ben figurato contro due delle big del girone, arrivando vicini alla vittoria sul campo degli abruzzesi”.

Luca Del Favero 

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: