Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Il Perugia Basket travolto in casa dal Bramante Pesaro, le dure parole di coach Monacelli

Una serata storta. Estremamente storta. Una partita che dopo 10 minuti di gioco è già irrimediabilmente indirizzata. Al Pala Foccià, Perugia cade contro il Bramante Pesaro che approccia meglio la gara, trovando in Giampaoli il trascinatore di un gruppo ispirato anche dai 16 punti di Gnaccarini. Il Grifo recupera Trevisan (ancora non al meglio ma il suo rientro è comunque una nota lieta di all’interno di una giornata no), ma non riesce mai ad opporsi ad un avversario chiaramente superiore e più “famelico”.

“Il modo in cui siamo entrati in campo è lo specchio di quello che abbiamo in testa. Non abbiamo ben presente il livello di questo campionato che è altissimo. Una Serie C così non c’è mai stata. Se ci presentiamo in campo sperando che le cose ci scendano dal cielo vuol dire che non abbiamo capito niente”. Coach Monacelli fatica a digerire un ko giusto ma che deriva da tante, troppe cose che ieri sera non hanno funzionato. “Se i giovani, quelli che hanno meno esperienza, devono sbrigarsi a comprendere certe dinamiche alla svelta, chi l’esperienza ce l’ha deve metterla in pratica - arringa -. Dopo un brutto primo quarto, durante la gara qualcosa di meglio si è visto.

L’approccio che hanno avuto Lupattelli e Pennicchi soprattutto dal punto di vista difensivo è stato buono. Sono stati bravi a limitare nei limiti del possibile Giampaoli. E ora? Cercheremo di rispiegare nuovamente quali sono i nostri obiettivi e qual è la strada da percorrere. E’ necessaria una presa di responsabilità collettiva per capire che un torneo del genere non lo si può affrontare come si affronta una Serie D. Per salire di livello non si può sperare che scendano gli altri. Noi dobbiamo fare qualcosa per crescere. Uno per uno”. A cominciare dalla trasferta di Falconara in programma domenica prossima.

Perugia Basket - Bramante Pesaro 41-81 (6-28, 12-21, 8-12, 15-20)

Perugia Basket: Marsili 5, Gomez 3, Hanelli, Buca 8, Spagnolli 4, Ciofetta 3, Righetti, Nana 4, Ragni 2, Lupattelli 2, Trevisan 6, Pennicchi 4. All. Monacelli, ass. Boccioli

Bramante Pesaro
: Ricci 5, Crescenzi 9, Centis 8, Giampaoli 22, Pipitone 4, Bertoni 4, Gnaccarini 16, Minelli 9, Benevelli 4, Basso ne. All. Nicolini

Arbitri: Andrea Nenci e Geremia Ciaralli

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: