Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Serata da incubo per la Sinermatic Ozzano sul campo della Bakery Piacenza

I New Flying Balls tornano a casa da Piacenza con un pesante ko; -32 il passivo finale, 86 a 54 il risultato alla sirena conclusiva dopo un match combattuto per due quarti poi, nel terzo quarto, Piacenza non ha più sbagliato nulla mentre la Sinermatic (senza Dordei espulso) non è più scesa in campo con il piglio giusto, pagando a caro prezzo disattenzioni e nervosismo che l’hanno fatta precipitare in una delle sconfitte peggiori nel recente periodo.

L’avvio di partita è caratterizzato da una buona intensità difensiva espressa da entrambe le formazioni. Dopo il 10-3 Piacenza firmato Maggio-De Zardo, Ozzano di affida ai canestri di Morara, Galassi, Folli e Crespi per tornare sotto e impattare il match a quota 15 alla prima sirena. Con Dordei limitato dai falli (2 nei primi tre minuti di gioco) Crespi è costretto a fare gli straordinari. Nel secondo periodo il pivot ozzanese riesce sotto canestro a realizzare quattro punti consecutivi che proiettano la Sinermatic avanti sul +4 e costringono coach Campanella al timeout. I canestri immediati di Birindelli e Artioli permettono ai padroni di casa di arrivare in poche manciate di secondi al controsorpasso. A Dordei e Iattoni vengono fischiati i rispettivi terzi falli e sono costretti a riaccomodarsi subito in panchina; Piacenza tenta un nuovo break ma Morara dall’altra parte riporta i Flying Balls a -5 all’intervallo lungo (36-31).

Ad inizio terzo quarto Dordei non fa rientro dagli spogliatoi. Lo speaker comunica al pubblico l’espulsione di Gigi avvenuta a cronometro fermo durante la pausa, pertanto il gioco ricomincia con due liberi per Piacenza. Dopo il +7 firmato Maggio arrivano in 60 secondi tre triple consecutive di Bruno che per la Sinermatic risultano essere una vera e propria mazzata. I Flying Balls sono completamente in bambola e i time out chiamati da coach Grandi risultano vani. Dall’altra parte invece Piacenza non sbaglia più un colpo, sia da dentro che da fuori l’area, e in 5 minuti piazza un perentorio 22 a 2 di parziale che diventerà presto 34-9 a fine terzo quarto. All’ultimo minibreak il tabellone del PalaBakery segna un sonoro 70-40, un passivo ormai pesantissimo impossibile da arginare per una Sinermatic irriconoscibile e affranta. L’ultimo quarto va presto in cavalleria e il match va in archivio con il punteggio finale di 86 a 54.

Piacenza: Maggio 17, Udom 12, Pedroni 2, Artioli 11, Orlandi, Bruno 14, De Zardo 7, Cena 14, Birindelli 9, Bracchi – All. Campanella; Vice Brambilla

Ozzano: Morara 7,Chiusolo 5, Mastrangelo 2, Corcelli 8, Iattoni, Folli 5, Favali 10, Dordei, Lolli, Galassi 2, Crespi 15 – All. Grandi; Vice Pizzi

Arbitri: Bandinelli (PG) e Mammoli (PG)

Spettatori: 800

Fonte: ufficio stampa Sinermatic Ozzano

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: