Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Il post partita di Sutor Montegranaro - Chieti, le parole di coach Ciarpella e di Michele Tremolada

Al termine della sfida sono intervenuti in sala stampa il coach della Sutor Marco Ciarpella e il numero 9 Michele Tremolada:

“Penso che oggi chi ha visto la partita si sia divertito a prescindere dal risultato - ha esordito il coach gialloblù - Noi siamo partiti molto bene giocando con quattro piccoli vista l’assenza di Polonara e lo loro giustamente hanno provato a prendere vantaggio proprio li dove eravamo piccoli. A prescindere da qualche errore nell’andare a concludere, abbiamo giocato l’ennesima gara di carattere dove la squadra non si è data mai per vinta anche quando la partita sembrava finita.

Ogni settimana i miei ragazzi si allenano tanto e forte, penso che stiamo arrivando ad un buon livello di conoscenza tra di noi soprattutto dal punto di vista offensivo come dimostra il canestro di oggi di Lupetti, arrivato dopo una grande circolazione di palla. Ora dobbiamo cercare di mantenere questo ritmo per più minuti consecutivi perché spesso in tutti i ruoli paghiamo sotto l’aspetto dei chili e dei centimetri, oggi a maggior ragione. Penso che siamo sulla strada giusta ma per salvarci servono i punti e spero che già arrivino sabato sul campo di Ozzano”.

A prendere la parola poi è stato Tremolada: “Abbiamo fatto una grande partita dal punto di vista dell’intensità, soffrendo però anche l’assenza di Polonara soprattutto sotto canestro, ma le partite si giocano con chi c’è. Considerando che abbiamo sbagliato alcuni facili appoggi e loro hanno messo dei canestri dall’alto coefficiente di difficoltà direi che ce le siamo giocata alla grande. Partite come queste dove si perde all’ultimo tiro ti lasciano una grande carica in vista del prossimo impegno, ora ci rimettiamo subito sotto e ci prepareremo al meglio per andare ad affrontare con il coltello tra i denti Ozzano sabato prossimo”.

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: