Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Il Marotta Basket beffato al supplementare nel derby contro la Pallacanestro Senigallia

Il Marotta Basket perde il primo dei quattro derby della stagione. A domicilio, contro la Pallacanestro Senigallia, la squadra di coach Venturi deve fare i conti con un avversario brillante e audace, gli uomini contati, una situazione falli divenuta pesante durante il corso della gara, gli infortuni patiti che hanno limitato i minuti e le giocate di alcuni dei suoi e talvolta, purtroppo, proprio nei momenti più caldi e concitati, anche con un’eminenza grigia non priva di lacune. Dopo un tempo supplementare il match finisce 75-71 per la squadra padrona di casa (64-64 alla fine di tempi regolamentari), tuttavia un pur generosissimo Marotta Basket più volte ha sciupato l’occasione di accaparrarsi i due punti della posta in palio. Merito della squadra di coach Peverada che ci ha sempre creduto fino all’ultimo secondo e che ha combattuto strenuamente su tutti i palloni e lungo ogni centimetro quadrato di campo, demerito opposto invece che non ha saputo approfittare dei pochi momenti di sbandamento avversario peccando di scarso cinismo soprattutto nelle fasi cruciali della partita.

I padroni di casa dimostrano fin da subito di avere una marcia in più. Dinamici e reattivi, rimangono, tranne in rare occasioni, pressoché in vantaggio seppur di poco per l’intera durata dell’incontro. Il Marotta Basket vive invece di fiammate e proprio una di queste lo porta ad essere sopra di tre a circa metà giro di lancetta d’orologio dalla conclusione. Palla in mano Senigallia, gli ospiti fanno passare i secondi stranamente senza commettere fallo fino a che Marini, lasciato colpevolmente solo, va a piazzare con estrema facilità e freddezza la bomba del pareggio. Di contro, nei restanti 11 secondi da giocare, i marottesi finiscono per perdere banalmente palla regalando di fatto una seconda chance agli avversari.

Supplementari, altra fiammata, il Marotta Basket è sopra di due a pochi istanti dalla seconda sirena finale. Saltano tutti gli schemi, Il gioco, vista la situazione, si fa confuso e caotico da entrambe le parti, gli stessi direttori di gara non appaiono lucidi, ma sono soprattutto Paolini e compagni a pagarne i cattivi frutti della pessima gestione. Per ben due volte questi si fanno soffiare il pallone dalle mani oltre ad andare a sbagliare un canestro di fatto già fatto che incredibilmente invece non diventa tale tra l’incredulità dei presenti. Dopo tanto elemosinare da parte ospite a questo punto i senigalliesi non possono che ringraziare, operare il sorpasso e chiudere meritatamente a proprio favore l’incontro.

Tanta sfortuna e tanto da recriminare per il Marotta Basket, ma la regola è sempre la stessa ed impietosa: gli errori si pagano, di qualsiasi natura e da qualsiasi parte essi provengano. Tuttavia nulla da rimproverare ai ragazzi di coach Venturi. Terza partita, ancora una prova di cuore e, proprio per le tante attenuanti, nonostante la sconfitta, ancor più da apprezzare. Ulteriore nota positiva, per quanto successo, almeno sappiamo con lapalissiana certezza a chi spetterà giovedì prossimo farsi carico della pizza…

Pall. Senigallia - Marotta Basket 75-71 (dts)
(parziali: 19-13, 19-23, 16-13, 10-15, 11-7)

Pall. Senigallia: Bencivenga 5, Palestrini 11, Neri 4, Ceppetelli, Marini 15, Pagini, Magnani, Fronzi 9, Gazzetti 10, Marchetti 15, Piangerelli 2, Bizzarri 4. All. Peverada

Marotta Basket: Nazionale n.e., Tredicucci 8, Galli 14, Minardi 6, Paolini 6, Pigliapoco n.e., Vignoli 11, Bertoni 5, Giacometti E. 2, Giacometti D. 12, Rupoli n.e., Tombari 7. All Venturi

Luca Nazionale - Ufficio Stampa Marotta Basket

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: