Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

La Vigor Matelica fa suo il big match sul campo della Lucky Wind Foligno e sale in testa alla classifica

La Vigor Matelica si conferma come una delle pretendenti al titolo finale andando a violare il Palapaternesi di Foligno dopo una gara molto ben giocata e portata a casa con autorità. La Lucky Wind Foligno ci ha provato, ha fatto sua la prima parte di gara nella quale è apparsa rapida e ben organizzata, per poi lentamente disunirsi ed innervosirsi eccessivamente davanti alla reazione e all’esperienza di Boffini e compagni.

Eppure si era partiti bene, con un parziale iniziale che faceva ben sperare il numeroso pubblico bianco azzurro (si stimano oltre 500 spettatori al Palapaternesi), nel quale Tosti, Mariotti e Karpuk si trovavano molto bene in attacco e piazzavano il primo break della gara (20-12). I marchigiani, dopo aver sparato a salve dall’arco hanno però aggiustato il tiro, appoggiandosi molto sotto canestro ed iniziando a macinare gioco. Nel secondo quarto grazie ai rimbalzi offensivi ed alla mano di Laguzzi e Vissani i marchigiani raggiungono prima la parità e poi si portano avanti di qualche lunghezza: Rath non ci sta, trova ottime assistenze per Raupys e Karpuk riportando a 1 minuto dalla fine del secondo quarto le squadre in parità (31-31).

Mentre Matelica è in attacco però succede un pò di tutto con Rath toccato duro ma sanzionato con il fallo e successivamente anche col fallo tecnico. Non basta, la coppia arbitrale sente qualcosa di troppo anche dalla panchina, oggettivamente calma e composta, e fischia un ulteriore fallo tecnico. Matelica ringrazia, realizza dalla lunetta e in un amen si porta sul 39-31 quando suona la sirena dell’intervallo. In avvio di ripresa i ragazzi di caoch Pierotti provano a reagire, ma le difficoltà in campo sono tante, con la difesa della Vigor Matelica attenta e molto fisica. Laguzzi e Gattesco in area sono davvero un fattore, mentre Raupys ben marcato, non riesce quasi mai a prendere il via.

I falchetti quindi rincorrono sempre senza mai riuscire a ricucire lo strappo, risultando spesso nervosi e frettolosi fino alla sirena finale che chiude la contesa sul 64-73. Matelica vince con merito, raggiunge la Lucky Wind in testa alla classifica e mostra i muscoli, mandando un chiaro segnale a tutti; all’UBS rimane un pò d’amaro in bocca per non esser riuscita a giocare la propria pallacanestro davanti al suo bellissimo pubblico. Poco male però, la classifica ancora sorride e si pensa già alla prossima bella sfida, il derby di Assisi in programma sabato 23 Novembre a Santa Maria degli Angeli.

Lucky Wind Foligno - Vigor Matelica 64-73

Foligno: Tosti 18, Rath 3, Mariotti 17, Raupys 11, Karpuk 11, Guerrini 2, Anastasi, Baldinotti ne, Contardi ne, Dolci, Donati 2, Marchionni. All. Pierotti

Matelica: Donaldson E. 6, Donaldson S. 11, Di Grisostomo 8, Boffini 10, Laguzzi 8, Cocciale ne, Vissani 15, Gattesco 10, Pelliccioni 5, Poeta ne, Strappaveccia ne. All. Cecchini

Parziali: 20-16, 11-23, 16-21, 17-13.
Progressivi: 20-16, 31-39, 47-60, 64-73.
Usciti per 5 falli: nessuno

Arbitri: Nenci e Sperandini

Fonte: ufficio stampa Ubs Basket Foligno

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: