Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

La Poderosa Montegranaro paga un tremendo blackout nel terzo quarto e viene sconfitta ad Udine

Un tremendo blackout nella seconda parte del terzo quarto spegne completamente la luce ad una XL EXTRALIGHT® che, per 25’, aveva duellato ad armi pari sul campo della quotata Old Wild West Udine. Un passaggio a vuoto che si è tramutato in un parziale di 20-0 a cavallo tra gli ultimi due periodi che ha scaraventato i gialloblu fuori da ogni possibilità di giocarsi una gara che sembrava potersi decidere ancora una volta all’ultimo respiro.

Peccato perché i gialloblu, ancora privi di Berti ma con capitan Palermo a riprendersi il suo posto in quintetto, hanno mostrato buonissime cose nel primo tempo. Anche dopo un avvio difficile, nel quale lo strapotere di Beverly sotto le plance (8 punti nei primi 5’ ma anche tanto altro) aveva lanciato il primo allungo udinese (11-4 al 4’). Proprio l’uscita per 2 falli prematuri del pivot americano aveva aiutato la Poderosa a rimettersi in pista, trovando in un ringalluzzito Thompson un faro nel pitturato avversario. In un primo quarto zeppo di errori, la XL EXTRALIGHT® mette il naso avanti proprio sulla prima sirena con l’ex Eastern Michigan. Il secondo quarto è una guerra di posizione: la Poderosa continua a tenere Cromer fuori dalla partita (appena 2 punti alla fine per la guardia Usa) e tocca più volte il +3, ma non riesce mai davvero a scrollarsi di dosso una Apu che, all’intervallo lungo, è sotto di 1 (41-42).

Il canovaccio sembra simile a quello del primo quarto in apertura di secondo tempo, con Antonutti che scalda la mitraglia e la Poderosa che tiene botta fino alla metà del quarto. Poi, però, di colpo la diga gialloblu cede. Sono i canestri di Amato e Zilli ad allargare le crepe in una retroguardia che d’improvviso si è fatta di burro, mentre in attacco semplicemente i veregrensi non la mettono mai, intestardendosi a volte in uno contro uno sconclusionati. La Poderosa non segna per oltre 6’ e nel frattempo Udine è scappata: dal 52-51 del 25’ il punteggio è diventato di 72-51 in apertura di quarto periodo, con anche Fabi ad iscriversi al match.

La mazzata è terribile e la XL EXTRALIGHT® non trova la forza per rialzarsi quando ci sarebbe ancora spazio per provarci. Nel finale i guizzi di Palermo e Mastellari servono solo a limitare i danni fino all’88-75 finale. Udine ferma a tre la serie di sconfitte consecutive nella quale annaspava, la Poderosa incassa la seconda in fila ma non ha tempo per i pianti: mercoledì sera al PalaSavelli arriva Forlì e fare punti, con una classifica cortissima come quella attuale, sarà di vitale importanza.

OLD WILD WEST UDINE-XL EXTRALIGHT® MONTEGRANARO 88-75

UDINE: Cromer 2, Minisini ne, Ohenhen ne, Amato 16, Antonutti 14, Fabi 7, Zilli 14, Cortese 11, Jerkovic 14, Beverly 15, Nobile 3, Penna. All. Ramagli

MONTEGRANARO: Thompson 16, Miani, Mastellari 12, Conti 4, Palermo 15, Bonacini 4, Berti ne, Thomas 13, Cucci 9, Serpilli 2. All. Ciani

PARZIALI: 20-21, 21-21, 26-9, 21-24.

Fonte: ufficio stampa Poderosa Pallacanestro Montegranaro

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: