Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

La dura reazione della Sericap Cannara dopo le decisioni del giudice sportivo

Il Giudice Sportivo si è espresso in maniera pesante riguardo i fatti accaduti durante la sfida tra Sericap Cannara e Basket Gubbio, disputata Domenica scorsa. Di seguito le decisioni prese dal giudice alle quali seguono le reazioni della società di Cannara.

SIMONE PELLEGRINI (A.DIL. BASKET GUBBIO) squalifica tesserato per 4 gare per atti di violenza nei confronti di un avversario, in fase di gioco: rincorreva a colpiva l'avversario prima con una spinta, poi con una manata sulla testa e infine con due pugni al volto, provocando la caduta dell'avversario ma senza conseguenze. Gli arbitri erano costretti a sospendere per 5 minuti la gara [art. 33,3/2a RG].

ASD PALL. PRO LOCO CANNARA squalifica campo per 1 gara per invasione del campo di gioco, commessa da individuo isolato tra il secondo e il terzo quarto di gioco [art. 29,3A RG].

Queste, invece, le reazioni che la società Sericap Cannara ci ha fatto pervenire una volta preso atto delle decisioni dl Giudice Sportivo:

"Dopo tutto quello che abbiamo visto e sopportato, viene penalizzato cocn la squalifica del campo di gioco il Cannara perché un suo giocatore in lista ma non sceso in campo perché infortunato durante l'ntervallo andava a sincerarsi delle condizioni del suo compagno di squadra che era stato colpito al volto e al corpo da un'aggressione insensata. Per fortuna c'erano almeno 200 persone a vedere la partita che possono confermare. Accettiamo le sentenze come si accettano le sconfitte sul campo ma lo sport è un altra cosa."

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: