Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

La FeBa Civitanova in trasferta sul campo dell'Athena Roma

La Feba Civitanova Marche impegnata contro l'Athena Roma. Le momò sono di scena nella capitale dopo l'ottima prestazione contro la Cestistica Spezzina di una settimana fa, purtroppo non coronata dalla vittoria. Le ragazze di coach Nicola Scalabroni sono attese da una trasferta contro una squadra che non è scesa in campo nelle ultime due partite, rinunciando a giocare contro Umbertide e chiedendo il rinvio della trasferta a Campobasso, oltre ovviamente ad essere molto cambiata nel roster rispetto all'inizio quando c'era un roster di assoluta qualità. Pertanto una gara ricca di incognite per le biancoblu, come rimarca lo stesso coach Nicola Scalabroni.

"Onestamente non sappiamo che tipo di squadra troveremo - rimarca l'allenatore biancoblu - visto che sono state ferme per due turni ed il roster è molto cambiato rispetto ad inizio stagione. Abbiamo lavorato molto sulle nostre cose in settimana, perchè è anche un pò difficile preparare una gara contro un avversario che non sai come scenderà in campo, e con l'incognita se alla fine si giocasse o meno. Abbiamo lavorato per migliorare le buone cose che abbiamo fatto vedere contro La Spezia, sia in termini difensivi che offensivi, e gli automatismi della squadra. Dovremo essere più brave a gestire i finali a differenza di quello che abbiamo fatto domenica scorsa". Palla a due sabato 23 Novembre alle ore 18.30 all'Arena Altero Felici di Roma. Dirigono l'incontro Pietro Rodia e Giovanni Roca.

Matteo Valeri

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: