Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Bakery Piacenza, coach Federico Campanella e Duilio Birindelli parlano della trasferta di Fabriano

Dopo aver conquistato la settima vittoria consecutiva, la Bakery Piacenza vola alla volta di Fabriano per affrontare la squadra che occupa la terza posizione in classifica, a sole due lunghezze dalle due capoliste. I biancorossi affronteranno la squadra marchigiana con le assenze di Andrea Orlandi e Luca Bracchi, che hanno riportato entrambi la rottura del crociato. Nel viaggio verso la città marchigiana abbiamo intervistato coach Federico Campanella, che ha analizzato la situazione dei piacentini in vista dell’imminente trasferta.

“La partita contro Fabriano sarà un impegno molto difficile. Loro sono partiti con un obiettivo diverso dal nostro, ovvero quello di vincere il campionato. Sono una vera e propria corazzata, soprattutto in casa con il loro pubblico che funge sempre da arma in più. Arriveremo per giocarcela con la nostra forza, nonostante in settimana, oltre ai due infortuni molto gravi che terranno fuori i giocatori per tutta la stagione, Maggio ha svolto un lavoro separato, non allenandosi con la squadra a causa di un problema alla spalla. Affrontiamo una squadra forte essendo lontani dalla nostra miglior condizione. Questo però non ci deprime, ma ci dà ancora più forza ed energia per disputare al meglio il match. Ognuno di noi deve dare il meglio di sé, soprattutto in un momento così difficile”.

Successivamente è intervenuto Duilio Birindelli, che ha chiamato alla carica tutto il mondo Bakery.

“A Fabriano non sarà facile, ma sappiamo che gli infortuni sono fatti che possono succedere nell’arco della stagione. Ognuno di noi dovrà dare qualcosa in più, non solo per sopperire alla mancanza dei ragazzi, ma anche per provare a vincere. Dovremo dimostrare il valore della squadra e le nostre ambizioni fino alla fine del campionato”.

Rispetto a due anni fa cosa è cambiato? Quali sono le tue impressioni?

“Secondo me, a parte la squadra e gli obiettivi di inizio stagione, è cambiato poco. Fin da subito si è creato un bel gruppo, una chimica di squadra stratosferica e soprattutto abbiamo ritrovato il supporto dei tifosi: un fattore fondamentale. Dobbiamo pensare soltanto a continuare ad allenarci al massimo come abbiamo fatto fino ad ora, dimostrando che possiamo giocarcela con tutti. La Bakery è una grande famiglia e quando c’è la stima e la voglia di combattere per il bene di tutti, è tutto più semplice”.

Il focus su Fabriano

La Ristopro Fabriano occupa la terza posizione del girone C, con solo due sconfitte maturate contro la capolista Cento e l’altra corazzata Chieti. La squadra marchigiana viaggia con l’alta percentuale del 52% al tiro da due e il 35% al tiro da 3, risultando la squadra con il maggior numero di punti segnati (700) e la seconda miglior difesa dopo quella biancorossa (580). Luca Garri (giocatore medagliato olimpico ad Atene e con oltre 100 presenze in nazionale) sarà l’uomo da tenere d’occhio vista la sua esperienza e le sue medie stagionali: 16.2 ppg con 7.5 rpg. Ad accompagnarlo ci saranno Merletto e Petrucci che distribuiscono rispettivamente 11.9 ppg e 11.2 ppg.

L’ex Matera Merletto è anche il miglior assist-man con quasi 3 assistenze a match (2.9). Da non sottovalutare l’apporto di Paolin e Del Testa (8.6 ppg per entrambi), oltre alla “garra” ed il carisma di capitan Francesco Fratto (6.8 rpg). Nel roster lungo della Ristopro figura anche un grande ex dell’incontro come Angelo Guaccio, che ritroverà Maggio, Birindelli e Bruno dopo la cavalcata di due anni fa. La Bakery ha già ritrovato il classe ’98 l’anno scorso nella serie contro Cassino, valevole per i playout di A2.

Fonte: ufficio stampa Bakery Piacenza

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: