Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Il Pisaurum Pesaro dimentica il derby e torna alla vittoria battendo Falconara

I primi dieci minuti del match sono tutti a favore dei padroni di casa che, trainati dai fratelli Giunta e dai 9 di Cercolani, avviano subito prova di fuga. Un attacco che trova soluzioni facili a cui si unisce una difesa ordinata e reattiva, che non lascia spazio agli avversari. Alla prima pausa del match è +11 Pisaurum sul 23-12.

Nel secondo periodo la partita cambia completamente e quanto di buono fatto vedere nella prima frazione dal Pisaurum, in un attimo, svanisce. Falconara prende possesso fisicamente e mentalmente del campo, con gli uomini di coach Surico che sono costretti a forzare molto dal campo e sono sopraffatti difensivamente. Gli ospiti giocano una pallacanestro molto fisica, spesso al limite del regolamento e sfruttando quale permesso "di troppo" concessogli dai tre in grigio. In dieci minuti il Pisaurum segna solo 8 punti, mentre Falconara ne mette a segno 21 trainata da Giurini e Kouyate. Le squadre vanno negli spogliatoi con il punteggio di 31-33.

Il terzo quarto continua ad essere sulla riga del precedente per quanto riguarda la fisicità: svariati contatti vicino al ferro e lontano dalla palla. Coach Surico però pare aver trasmesso ai suoi ragazzi la consapevolezza che, se questa partita si vuol portare a casa, bisogna adeguarsi e rimanere concentrati senza farsi prendere del nervosisimo. I fratelli Giunta tornano a segnare, Iannelli inizia a battagliare sotto le plance e tutta la squadra, nella metà campo difensiva, torna a far sentire "i gomiti". Il terzo quarto termina con un nuovo vantaggio Pisaurum: 50-46.

Nell'ultimo quarto meglio gli attacchi delle difese, complici anche le situazioni di falli di qualche giocatore (17 falli per Falconara). Le due squadre trovano spesso e bene la via del canestro: il Pisaurum con Chessa e Cercolani, tornati a far male nel momento più importante del match; mentre Falconara vede in Gurini la sua principale bocca di fuoco, coadivuato dai due Centanni. Una partita sempre sul filo del rasoio, ma che il Pisaurum è riuscito a controllare nel momento decisivo. Gurini, di Falconara, esce per falli e, da lì in poi, i locali hanno capito che la partita era e doveva essere loro. Alla sirena finale sono tre i possessi che dividono le due squadre: 73-64, con il Pisaurum che vince una sfida tutt'altro che semplice e porta a casa due punti che lanciano gli uomini di Surico al terzo posto in classifica, a meno due da Foligno e Matelica.

Pisaurum Pesaro - Falconara Basket 74-63

Pisaurum: Cercolani 18, Giunta S. 13, Giunta F. 14, Vichi 4, Chessa 8, Campanelli G. ne, Pierucci 5, Campanelli I. ne, Iannelli 6, Sinatra 6, Gattoni ne.. All. Surico

Falconara: Centanni F. 11, Pajola, Curzi 4, Gurini 18, Centanni E. 10, Giorgini 4, Oprandi 7, Osimani, Kouyate 9, Falaschi ne, Taruschio ne. All. Reggiani

Parziali: 23-12, 8-21, 19-13, 24-17.
Progressivi: 23-12, 31-33, 50-46, 74-63.
Usciti per 5 falli: Gurini (Falconara)

Arbitri: Uncini ed Antimiani

Fonte: ufficio stampa Pisaurum Pesaro

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: