Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Janus Fabriano, vietato abbassare la guardia nel derby contro Porto Sant'Elpidio Basket

Primo di cinque derby consecutivi per la Ristopro, che deve tenere gli occhi aperti contro Porto Sant’Elpidio, a secco di successi da nove giornate ma capace nell’ultimo turno di sfiorare la vittoria con Rimini. Domenica alle 18 è ospite del PalaGuerrieri la squadra di coach Gianluca Pizi, rinforzata la scorsa settimana dall’innesto dell’italo-bulgaro Georgi Sirakov e tutt’altro che rassegnata all’ultimo posto solitario a cui è rimasta dopo il successo di Ancona a Jesi il 24 novembre.  Nell’ultimo turno, come detto, Porto Sant’Elpidio ha perso di misura in casa contro Rimini, 88-92, ed ha lanciato segnali di ripresa nonostante fosse senza il pivot titolare Riccardo Malagoli, che sarà assente anche domenica a causa di un infortunio all’occhio.

In quintetto gli elpidiensi hanno elementi di esperienza. Il play è Valerio Costa, classe ’97, visto in A2 a Casalpusterlengo, Piacenza e Reggio Calabria, avversario l’anno scorso della Ristopro con Teramo: viaggia a 11.4 punti in 29’. Nel ruolo di guardia Stefano Borsato, 33enne con una decennale carriera alle spalle fatta soprattutto di A2: giocò a Jesi nel biennio 2013-15, ora con 14.7 punti è il leader dei marcatori biancazzurri. Nel ruolo di ala piccola c’è l’ultimo arrivato, il 27enne Georgi Sirakov, oltre 20 punti di media l’anno scorso a Catania in B ma che non furono sufficienti per salvare gli etnei: nell’avventura agli ordini di Pizi è partito con 22 punti in 36’. Come ‘4’ il potente Nicola Bastone, l’anno scorso a Firenze e avversario due anni fa di Fabriano con la maglia di Giulianova: 13.9 punti e 6.6 rimbalzi per il giocatore classe ’92. Il pivot, data l’assenza di Malagoli, è Marco Lusvarghi, 22enne che l’anno scorso era in A2 a Tortona con coach Pansa e Luca Garri.

Molto giovane la panchina, a partire dal trio under 19 Balilli-Rosettani-De Sousa. L’unico elemento di esperienza è capitan Mattia Sagripanti, classe ’91, visto anche a Tolentino in C. Promette bene Simone Doneda, ala del 2001, atleta già nel giro delle nazionali giovanili. Porto Sant’Elpidio non vince dalla seconda giornata, quando si rese protagonista di un’impresa contro la Rossella Civitanova, ma la Ristopro per calare il poker di successi, e approcciare nel modo migliore la serie di derby, non potrà abbassare la guardia.

Fonte: ufficio stampa Janus Basket Fabriano

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: