Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

La Tezenis Verona attesa dal big match contro Udine, le parole di Alessandro Giuliani ed Andrea Diana

La Tezenis Verona cerca il riscatto nel big match sul campo della Pallacanestro Udine. La presentazione della gara nelle parole del GM Alessandro Giuliani e di coach Andrea Diana:

Alessandro Giuliani (general manager) - “La nostra forma fsica non è ancora al meglio, non sappiamo se Hasbrouck e Poletti saranno della partita. Dobbiamo recuperare anche la nostra forma mentale perché non ci possiamo permettere dei black out come è successo a Caserta o in casa contro Mantova. Dobbiamo essere solidi di testa, ritrovare dei punti di riferimento in attacco ed in difesa e soprattutto mantenerli per tutti i 40 minuti. La nostra è ancora una situazione in divenire a causa degli infortuni ma sono convinto che ci sia da parte di tutti i giocatori la volontà di fare dei passi avanti; dobbiamo essere tutti consapevoli che quando manca un giocatore bisogna dare personalmente qualcosa in più. Dobbiamo essere più duri, consistenti e continui. Sapevamo, ad inizio stagione, che durante l’anno potevano presentarsi dei momenti di difcoltà.

Dobbiamo essere tutti sulla stessa pagina del libro, dalla Società ai giocatori a chi lavora per la Scaligera Basket a tutti i tifosi, che sabato ci possono dare una grossa mano. Tutti assieme si può venire fuori da questa situazione, se manca un solo pezzettino si fa più fatica. La nostra è una squadra compatta, unita, che vuole fare bene. Sabato bisognerà sofrire assieme per 40 minuti, mi aspetto una partita fsica e di talento con giocatori in grado di trovare punti e interni che giocano sopra il ferro. I nostri avversari di sabato hanno inserito Gazzotti che si può aprire e tirare da tre punti, hanno sfoltito la rosa nelle posizioni 3-4 e soprattutto hanno recuperato la forma di alcuni giocatori da inizio campionato. Ora sicuramente arriveranno a Verona per proseguire nel proprio percorso”.

Andrea Diana (allenatore) - “Arriviamo a questa partita dopo due sconftte consecutive, quindi delusi ed arrabbiati, soprattutto per come è arrivata l’ultima sul campo di Caserta dove abbiamo buttato il vantaggio conquistato all’intervallo. Guardiamo alla prossima sfida con Udine come una grande opportunità per riscattarci. È una squadra in fducia, forte delle tre vittorie consecutive, formazione che ha molti punti nel proprio potenziale ofensivo; mi aspetto una sfda impegnativa, come lo sono tutte, però mi aspetto anche una bella partita. Vogliamo tornare a giocare una bella partita e vincere davanti ai nostri tifosi.

Udine è una squadra che ha tanti giocatori in grado di realizzare. Dovremo fare, da parte nostra, una gara tosta dal punto di vista difensivo. Nelle ultime due partite la nostra difesa ha pagato perché abbiamo concesso 69 punti a Mantova e 64 a Caserta. Vogliamo ripartire da lì trovando maggiore continuità nell’arco dei 40 minuti e soprattutto trovare di più un equilibrio ofensivo per avere maggiore condivisione e soprattutto ofrire meno vantaggi agli avversari limitando le palle perse e i tiri forzati”

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: