Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

La De'Longhi Treviso in trasferta a Brindisi in piena emergenza, la carica e la voglia di riscatto di capitan Imbrò

16° giornata di campionato per la De’ Longhi Treviso Basket che dopo la sconfitta di ieri in un Palaverde stracolmo con la “big” Sassari, si è imbarcata stamattina per Brindisi dove domani (domenica 29) alle 19.00 affronterà al PalaPentassuglia la Happy Casa di coach Vitucci e del’ ex trevigiano John Brown III. E’ la penultima gara del girone d’andata.

Emergenza infermeria per coach Menetti che si ritrova con gli uomini contati: Isaac Fotu è rimasto a Treviso per curare il mal di schiena che l’ha praticamente tenuto fuori anche ieri, in forte dubbio anche Nikolic (ieri assente), mentre Charles Cooke e Jordan Parks sono ancora alle prese con acciacchi che si spera di recuperare per domani, anche se in ogni caso gli atleti non potranno essere al 100%.

Dichiarazioni Matteo Imbrò, capitano di TVB: “Ieri è stata una partita dove l’avversario ci ha messo sotto dall’inizio, non siamo mai o quasi riusciti a reagire e a rispondere alla forza di Sassari che si è dimostrata una grande squadra. Giocare domani a Brindisi non è un male, perché potremo mettere in campo subito la nostra voglia di riscatto dopo una partita dove non ci siamo espressi come volevamo e come possiamo. Scenderemo in campo per cancellare la brutta partita di ieri, abbiamo 48 ore per ritrovare il nostro gioco e le risorse per fare una gara tosta sul campo di una squadra molto forte come Brindisi.”

Fonte: ufficio stampa Treviso Basket

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: