Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Thompson non c'è e la Poderosa Montegranaro cade al PalaSavelli contro l'Urania Milano

Ko che fa male, ma con più di un’attenuante per la XL EXTRALIGHT®, che si spegne nell’ultimo quarto e lascia strada all’Urania Milano mancando così la quinta vittoria consecutiva. Senza Cortese e Thompson, i gialloblu, trascinati da un maestoso Thomas, giocano un ottimo primo tempo, ma calano alla distanza fiaccati dalle triple di Benevelli e Raivio.  Coach Di Carlo lancia Berti in quintetto per provare ad arginare l’esuberanza fisica di Lynch. I due prematuri (e ingenerosi) falli intimoriscono il lungo padovano, che fatica contro i muscoli del pivottone americano, ma la difesa gialloblu argina Raivio e Montano e Thomas è una furia in attacco (20 punti nel solo primo tempo), per cui i gialloblu, dopo un primo quarto sul filo dell’equilibrio, strappano in apertura di secondo periodo (25-16 al 13’ con pregevole movimento in post basso di Berti).

I ceffoni scuotono l’Urania e in particolare Raivio, che praticamente da solo costruisce il controbreak di 0-9 che rimette in carreggiata i suoi e all’intervallo lungo è solo +2 Poderosa (39-37). L’equilibrio resta sovrano al rientro dagli spogliatoi, ma alla metà del quarto arriva un’altra mazzata per i gialloblu: Thomas commette fallo a rimbalzo d’attacco, protesta per un sospetto contatto con Piunti e si becca anche il tecnico. È la quarta penalità per la guardia di Cincinnati, che ovviamente torna in panchina costringendo Di Carlo al quintetto tutto italiano. Cucci e Serpilli tengono in piedi l’attacco, ma dietro le crepe si allargano e quando Raivio si alza dall’arco sulla sirena di fine quarto Milano sale fino al +8 (55-63 al 30’).

Torna Thomas e con tre canestri in fila ad aprire il quarto finale sembra ridare linfa vitale alla XL EXTRALIGHT®, ma senza la difesa a sorreggere le fiammate dell’ex Scafati è dura. La tripla di Sabatini vale la doppia cifra di vantaggio meneghina (63-73 a 7’ dalla fine), la Poderosa si tiene aggrappata alla partita più col cuore che con la testa, ma non mette mai davvero paura a Benevelli e soci. Milano vendica la rocambolesca sconfitta dell’andata, ribalta il -3 dell’andata e torna a +2 sui gialloblu in classifica: la speranza è che il ko non pesi troppo nella lunga volata verso la salvezza.

XL EXTRALIGHT® MONTEGRANARO - URANIA MILANO 76-85

MONTEGRANARO: Miani, Angellotti ne, Fortuna ne, Conti 4, Cortese ne, Bonacini 15, Marulli 2, Berti 6, Thomas 33, Cucci 10, Serpilli 6. All.: Di Carlo.

MILANO: Piunti 15, Pagani 2, Negri 3, Benevelli 22, Montano 6, Piatti ne, Lynch 6, Raivio 23, Bianchi, Sabatini 8. All.: Villa

PARZIALI: 19-16, 20-21, 16-26, 21-22.

Fonte: Ufficio stampa Poderosa Pallacanestro Montegranaro

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: