Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Il Pisaurum Pesaro si rialza e contro Assisi conquista due punti importanti

L'inizio è targato Matteo Cercolani che segna i primi cinque del Pisaurum; mentre Assisi si appoggia sotto da Genjac, molto bravo a rollare con i tempi giusti su pick and roll. Nei secondi tre minuti di quarto è Chessa a prendersi la scena con due triple che valgono il +4 e che costringe Assis a chiamare time out. Dal minuto di sospensione esce molto ispirato Provvidenza che ne segna sei in rapida successione, con il Pisaurum che continua a tenere il ritmo molto elevato senza però riuscire a trovare soluzioni facili. Assisi prova a disorientare l'attacco biancoarancio schierandosi a zona 1-3-1, ma con calma e muovendo la palla, gli uomini di Surico trovano due punti prima con Simone e poi con Federico Giunta. In chiusura di quarto break Pisaurum firmato Sinatra e Federico Giunta per il 23-18 dopo 10 minuti.

Il secondo quarto comincia esattamente come il precedente: Cercolani da tre e Genjac ben pescato a centro area muovono i tabellini. Cercolani inventa per Federico Giunta che appoggia facilmente il massimo vantaggio Pisaurum (+9). I padroni di casa mettono le marce alte, in particolare ci pensa Federico Giunta a prendersi sulle spalle la sqaudra: quattro in fila e ritoccato il massimo vantaggio sul +11, con conseguente timeout ospite. Continua a macinare punti il Pisaurum con Pierucci, mentre ci sono due minuti di vuoto offensivo per Assisi, che ritorna a segnare con il due più uno di Metjka Meccoli. Sinatra trova il capitano Vichi che segna, subisce il fallo di Gramaccia e converte il libero supplementare e subito dopo Pierucci continua ad incrementare il suo bottino arrivano a quota 11 (tutti in questo quarto). Nell'altra metà campo Assisi è solo Meccoli, l'unico che riesce ad impensierire difesa dei locali. Quercia segna da tre punti a fil di sirena e a metà gara il Pisaurum è avanti 48-40.

Alla ripresa delle operazioni Assisi pare avere un'altra faccia, portato avanti dalla zona e dai canestri di Quercia; ma la CasaArredostudio.it non si fa intimorire e risponde con il capitano Vichi, ma la 1-3-1 proposta dagli ospiti sta rallentando l'attacco pesarese e, di conseguenza, si riavvicinano a -7. Momento del match in cui nessuna delle sue squadre trova più la via del canestro: il Pisaurum spreca tante buone occasioni create al tiro contro la difesa ospite e dall'altra parte fa faticare parecchio l'attacco di Assisi.

Proprio la Virtus Eko Basket torna a far muovere il punteggio con i due punti di Genjac a cronometro fermo e poi con Meccoli; ma arriva pronta la reazione di voglia e orgoglio del Pisarum che, raggiunta a -3, trova una tripla importante come l'acqua nel deserto firmata Alessandro Chessa. Il Pisaurum torna a produrre punti con continuità e riallunga sul +10, ma arriva una brutta notizia per coach Surico: 4° fallo di Federico Giunta con ancora tutto un quarto da giocare. Giona Sinatra tira fuori dal cilindro due punti in puro slalom in chiusura di terzo periodo. Il punteggio è 69-57 dopo mezz'ora di gioco.

Quintetto piccolo, con solo Vichi come vero lungo, per Maurizio Surico ad inizio quarto quarto per cercare di attaccare in velocità la solida zona ospite. Ma la circolazione di palla è lenta e sterile sul perimetro e dopo 3 minuti ancora il punteggio dei padroni di casa è fermo a 69, ma la buona difese impedisce ad Assisi di tornare sotto. Ci pensano Giona Sinatra e Genjac a togliere le ragnatele dai rispettivi canestri. Il Pisaurum non riesce a segnare praticamente mai dalla lunga distanza e deve forzare tiri da dentro l'area; ma mette sempre una pezza nell'altra metà campo con buone rotazioni difensive e tagliafuori a rimbalzo.

Dopo sei minuti di quarto si è segnato pochissimo: 71-61. Dopo due triple in rapida successione (Pierucci e Quercia); poi Chessa si butta dentro, segna, subisce fallo e converte il supplementare per il +13 Pisaurum. Cercolani risponde a Meccoli e si entra negli ultimi sessanta secondi con la CasaArredostudio.it BaseArt in controllo del match, rallentando il ritmo per limitare il numero dei possessi. Genjac porta a casa un 2+1, ma Cercolani è perfetto dai liberi. I liberi di Genjac fissano il punteggio finale sul 81-71 in favore della CasaArredo BaseArt Pisaurum

Pisaurum Pesaro - Virtus Assisi 81-71

Pesaro: Cercolani 15, Giunta S. 3, Giunta F. 14, Vichi 7, Chessa 14, Campanelli G., Pierucci 17, Campanelli I. ne, Sinatra 11, Gattoni ne.. All. Surico

Assisi: Santantonio 3, Metalla 2, Provvidenza 9, Meccoli 14, Genjac 22, Papa ne, Faina, Gramaccia 2, Nana 4, Quercia 15. All. Piazza

Parziali: 23-18, 25-22, 21-17, 12-14.
Progressivi: 23-18, 48-40, 69-57, 81-71.
Usciti per 5 falli: nessuno

Arbitri: Forconi e Menicali

Fonte: ufficio stampa Pisaurum Pesaro
 

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: