Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Prima gioia per il Perugia Basket, coach Monacelli ''Abbiamo giocato a ritmi alti. Bravi nel crederci fino alla fine''

Se non è la partita perfetta, poco ci manca. Contro Vasto e davanti ad un buona cornice di pubblico presente al Foccià, Perugia vince la prima partita in campionato dopo un’attesa lunga 16 giornate. Alla diciassettesima ed ispirato dal duo Spagnolli-Trevisan, gli uomini copertina all’interno di un’ottima prova di squadra, il Grifo sconfigge Vasto festeggiando, così, la prima vittoria in C Gold in questa stagione. Un successo meritato nel quale i ragazzi di coach Monacelli eseguono con continuità e naturalezza quanto provato in settimana. Un aspetto che rende particolarmente soddisfatto l’allenatore biancorosso:

“Siamo stati bravi nel credere di avere una possibilità nonostante fossimo privi di elementi importanti come Gomez e Buca. Anche Vasto doveva fare i contri un’assenza pesante. Per noi era fondamentale continuare la fase di crescita ma darne anche una prova tangibile: cioè riuscire a vincere. Altrimenti, l’effettiva crescita se non si traduce in punti rischia di essere vana. I ragazzi hanno dimostrato grande voglia di prendersi i due punti. Lo hanno dimostrato seguendo perfettamente il piano partita. L’obiettivo era limitare Lovatti, abbiamo fatto una staffetta tra più giocatori ed ha prodotto quei risultati che ci eravamo prefissati. Inoltre, il tabellino dimostra anche che c’è stata grande voglia di giocare insieme.

La partita - aggiunge Monacelli - ha confermato la crescita di Daniel Spagnolli ma va rimarcata anche la prestazione di Trevisan che ha giocato con la mano destra, la sua mano forte, fasciata. Nonostante ciò ha interpretato la gara con un’intensità, sostanza e grinta che dimostra quanto ci tenga”. Il coach si sofferma anche sullo sviluppo della gara: “Abbiamo volutamente impostato la partita su ritmi vertiginosi anche perché a livello di rotazioni erano più corti di noi mentre noi eravamo più lunghi.

All’inizio ha corso molto anche Vasto. Abbiamo pressato Lovatti per 40 minuti. E’ stata una gara ad elastico, nell’ultimo quarto abbiamo preso fiducia dalla nostra difesa, traducendo le palle recuperate ed i rimbalzi in canestri facili che ci hanno dato fiducia ed entusiasmo. E’ stata una bella serata corredata da un successo prezioso. C’era anche una discreta presenza di pubblico. Vedere un seguito di un certo tipo fa bene anche ai ragazzi. Ora speriamo di recuperare gli acciaccati nel giro di qualche giorno”.

Perugia Basket - Vasto Basket 81-73

Perugia: Versiglioni, Pennicchi 3, Lupattelli ne, Ciofetta 12, Righetti L. 2, Spagnolli 21, Palazzoni ne, Righetti T. 4, Marsili 15, Trevisan 15, ragni, Hanelli 9. All. Monacelli

Vasto: Marchesani ne, Miscione ne, Marino 3, Di Tizio 21, Lovatti 7, Ucci 6, Oluic 30, Maggi ne, Peluso 6, Campagna. All. Del Vecchio

Parziali: 19-21, 21-19, 23-28, 18-5.
Progressivi: 19-21, 40-40, 63-68, 81-73.
Usciti per 5 falli: nessuno

Arbitri: Nenci e Sperandini

Fonte: ufficio stampa Perugia Basket

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: