Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

La Bakery Piacenza cerca il riscatto contro la Sutor Montegranaro. Le parole di coach Campanella ed Enzo Cena

Contro Chieti è arrivata la quinta sconfitta consecutiva in trasferta in seguito ad un match giocato fino all’ultimo secondo. La Bakery Piacenza si stacca così dal quartetto di testa, ma nulla è irrecuperabile e domani sera al PalaBakery ci sarà già occasione di risollevarsi. Gli avversari di Montegranaro arrivano da 5 sconfitte consecutive e sicuramente proveranno ad infrangere per la prima volta il parquet piacentino. Ad introdurci alla sfida del turno infrasettimanale sono stati il coach Campanella ed Enzo Cena.

La FIP ha disposto un minuto di silenzio su tutti i campi per tutta la settimana in memoria di Kobe Bryant, leggenda del basket mondiale e musa ispiratrice di molti giocatori. Un piccolo ma sentito e doveroso gesto per onorare la vita di un campione che ha sempre avuto nel cuore l’Italia. Sui led del PalaBakery apparirà una grafica in suo onore.

Una sconfitta dopo 40 minuti di equilibrio non cancella il buon lavoro fatto. Come risollevarsi in questi casi?
“Sono stati 40 minuti di assoluto equilibrio, dove molto spesso abbiamo condotto con il punteggio. Ciò che ci è mancata è stata la freddezza e la precisione al tiro che poi attraverso episodi ci ha punito nel punteggio finale. Chieti è una squadra composta da top player di categoria quindi sono molto soddisfatto della prova eseguita ed indubbiamente usciamo a testa alta da un parquet violato una sola volta fino ad ora. Ora testa al match di domani sera dove vogliamo assolutamente riscattarci per proseguire al meglio il nostro campionato.”

La Bakery incassa la quinta sconfitta consecutiva in trasferta. Cos’è che non va tra le mura nemiche?
“Non c’è qualcosa che non va, è solo un dato statistico. Le ultime 5 partite le abbiamo giocate su campi quasi inviolabili dove ha vinto quasi nessuno (le sconfitte sono arrivate con Cento 1°, Fabriano 2°, Cesena 3°, Rimini 4° e Chieti 7°). Dobbiamo essere bravi a guardare avanti e guardare le cose positive fatte in queste partite dove molte volte siamo andati vicini alla vittoria. Dovremo farci trovare pronti per la delicata trasferta di Porto Sant’Elpidio che ha voglia di risollevarsi, soprattutto davanti al pubblico amico.”

La parola è passata poi ad Enzo Cena, da due partite in doppia cifra.
“L’obiettivo di tutti è migliorare e lavorare in palestra per ottenere il risultato massimo. Con questa mentalità lavoriamo da agosto quindi a fine stagione e guarderemo la classifica e vedremo cosa dirà. Abbiamo dimostrato di poter dare filo da torcere a tutti quindi dobbiamo continuare per questa strada fino all’ultima giornata.”

Come arginare un’incerta Montegranaro che all’andata vi diede filo da torcere?
“Montegranaro è un’ottima squadra, composta da giocatori di qualità e grande entusiasmo. Nella gara di andata siamo stati bravi a stare concentrati per 40 minuti e alla fine siamo riusciti a portare a casa il risultato. Credo che dovremo cercare di fare la stessa partita, consapevoli di dover dare il massimo e poter far meglio della gara d’andata. Abbiamo voglia di riscatto davanti al nostro pubblico (un ringraziamento speciale a loro che ci hanno seguito fino a Chieti e quelli che ci hanno seguito da casa) dopo la sconfitta di domenica.”

Il focus su Montegranaro
I gialloblu allenati da coach Ciarpella sono tra le sorprese in negativo del girone C: infatti occupano solamente la dodicesima posizione con 6 vittorie all’attivo. La Sutor Montegranaro ha un roster molto giovane, facendo figurare ben 6 giocatori nati tra il 1999 e il 2001 mentre Di Angilla e Polonara recitano il ruolo di super veterani. Caverni con 13.3 ppg e Lupetti con 12.5 ppg sono i migliori realizzatori facendo figurare la Sutor come una squadra tiratrice con il 47% al tiro da 2 e il 28% da 3, accompagnato dai 38.8 rimbalzi.

Fonte: ufficio stampa Pallacanestro Piacentina

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: