Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Pistoia Basket, coach Carrea ''Roma gioca un ottimo basket, dovremo limitare un giocatore determinante come Jefferson''

Trasferta capitolina per il Pistoia Basket, che domenica alle 18 affronterà Roma al PalaEur. Queste le parole di coach Michele Carrea alla vigilia della sfida tra Virtus e OriOra, con i biancorossi (privi di Aristide Landi per una ricaduta al ginocchio) ancora a caccia della prima vittoria esterna stagionale: “Anche questa settimana non ho visto un gruppo rinunciatario o arrendevole, anzi. Questo non significa che non siano stati fatti o che non si faranno errori, ma ragazzi lavorano duro in buona fede e sono pronti a dare il massimo fino alla fine. In questi giorni ci siamo concentrati nel pulire tutte le negatività: non vogliamo portarci dietro i problemi e le brutte prestazioni, ma voglia di riscatto e qualche idea tecnica nuova. Dobbiamo prendere gli aspetti positivi dalle difficoltà, spostando la proiezione mentale dai problemi alle soluzioni”.

Sul momento della squadra: “Abbiamo l’obbligo di essere aggressivi e di guardare il ferro. Tutti sono chiamati a prendersi le proprie responsabilità, non possiamo più permetterci di avere qualcuno che non lo fa e se anche l’efficienza sarà bassa siamo disposti ad accettarlo. Non è più tollerabile una panchina che produce poco in attacco, perché alla lunga questo fatto diventa una certezza e dunque un vantaggio per gli avversari. Ovvio che ci troviamo di fronte a una partita importante: parlando di quota salvezza credo che vadano vinte almeno 5/6 partite da qui alla fine, ma ci sono squadre con un livello così alto che sarà difficile pensare di prendere punti in quelle occasioni”.

Sulla Virtus Roma: “Cercheremo di arginare un giocatore determinante per loro, come nessun altro per nessuna altra squadra in tutto il campionato, ovvero Jefferson. I suoi compagni giocano al servizio del giocatore, che catalizza molti palloni, quindi in questo caso l’elemento tattico dovrà avere un ruolo. Chiaramente marcarlo non sarà facile e, complice l’assenza di Landi, proveremo a spostare Wheatle sul 4 per darci una mano. Dall’inizio della stagione andiamo in sofferenza nell’affrontare squadre aggressive, che hanno gamba e che ci mettono le mani addosso. Fortunatamente Roma non è in cima a questa lista: può essere aggressiva con alcuni interpreti, ma non è al livello di altre e anche il dato dei punti subiti lo dimostra. Tuttavia giocano un ottimo basket, con chiare linee offensive e difensive e con responsabilità ben distribuite: speriamo di riuscire ad arginarli”.

Fonte: ufficio stampa Pistoia Basket

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: