Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Niente da fare. Troppo alto l'ostacolo Udine per la Poderosa Montegranaro

Niente da fare. Troppo alto l’ostacolo Old Wild West Udine per l’incerottata XL EXTRALIGHT®, che lotta come può ma alla fine si inchina alla grande serata della corazzata di coach Ramagli. Il 15/29 da 3 degli ospiti, peraltro privi di Fabi e con Gazzotti in panca solo ad onor di firma, placa gli ardori di una Poderosa (ancora senza l’ex di turno Cortese, oltre che con un Thomas recuperato in extremis) generosa ma troppo intermittente per poter davvero mettere paura ai bianconeri.

Nella giornata dedicata alla memoria di Kobe Bryant, alla faccia del polpaccio in non perfette condizioni che lo aveva bloccato a Roseto, Thomas inizia il suo show in un primo tempo da urlo (21 punti a metà gara) infilando tutti i primi 10 punti gialloblu. Ma 1 contro 5 non si va lontano, le palle perse della Poderosa lievitano e la Apu ne approfitta per scattare subito sul +10 (2-12 al 4’). La guardia americana riporta sotto i gialloblu e il resto della squadra pian piano inizia a seguirlo. Cucci impatta sulla sirena di fine primo quarto a quota 18 e la XL EXTRALIGHT® tiene la scia per tutto il secondo periodo, mettendo pure il naso avanti verso la metà del quarto (27-26 al 15’ con lo stesso Cucci a colpire in penetrazione). Passata la mareggiata, però, i friulani riprendono il controllo della gara, scappando di nuovo via fino al +14 (35-49 al 18’ con Amato a infilzare dall’arco la molle difesa gialloblu).

Nella ripresa il canovaccio non sembra cambiare. Due canestri in fila di Antonutti lanciano la Old Wild West addirittura a +18 (47-65 al 26’) ma Udine forse crede di averla vinta troppo presto e inchioda di colpo. Marulli prende fuoco stoppando la fuga ospite e all’ingresso dell’ultimo periodo la Poderosa cambia marcia. La difesa ringhia e forza palle perse all’Apu, il resto lo fanno le triple di Serpilli e ancora Marulli, che riportano i gialloblu negli specchietti retrovisori (70-71 al 33’). La nuova folata gialloblu, però, si esaurisce sotto i colpi di Cromer: due bombe in rapida successione alimentano il break di 0-8 che ricaccia indietro la Poderosa (70-79 a 5’ dalla fine). L’uscita di Thomas dolorante di nuovo al polpaccio con 3’ ancora da giocare è la pietra tombale sulle speranze veregrensi. Ora l’importante è resettare in fretta perché mercoledì è già tempo di tornare in campo e non sarà per nulla facile nella tana di Forlì.

XL EXTRALIGHT® MONTEGRANARO - OLD WILD WEST UDINE 79-91

MONTEGRANARO: Miani, Angellotti ne, Strappa ne, Conti, Cortese ne, Delas, Bonacini 10, Marulli 22, Berti ne, Thomas 25, Cucci 15, Serpilli 7. All.: Di Carlo

UDINE: Cromer 17, Minisini ne, Gazzotti ne, Amato 17, Antonutti 16, Zilli 4, Beverly 11, Strautins 18, Nobile 5, Penna 3. All.: Ramagli

PARZIALI: 18-18, 23-33, 16-20, 22-20.

Ufficio stampa Poderosa Pallacanestro Montegranaro

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: