Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

La Teate Basket Chieti attesa dalla difficile trasferta sul campo della Pallacanestro Senigallia

Dopo la tonificante vittoria interna contro la capolista Tremec Cento, la “Esa Italia” Teate Basket si prepara alla trasferta contro quella che può essere considerata la sua “bestia nera”: la Goldengas Senigallia. Il 21° turno, infatti, vedrà gli uomini di Sorgentone affrontare la squadra che negli ultimi due anni ha inferto altrettante severe lezioni ai teatini sulle tavole del PalaTricalle. La scorsa stagione la squadra di Foglietti era passata (88-90) grazie ad un inopinato tiro di Giacomini da 9 metri a 7” dalla fine, ma la partita è stata consegnata agli annali per i 39 punti subiti dai teatini nel 1° quarto. Quest’anno concesso il bis (86-97), con la solita partenza shock nel quarto d’apertura (34 punti subiti) ed il 6/10 da tre di capitan Pierantoni (30 pt. + 11 r.). Nel mezzo, il successo Teate al PalaPanzini nel girone di ritorno del torneo scorso: 75-86 con i 17 di Migliori ed i 22 di Giacomini e Margiotto su sponda marchigiana.

Senigallia è 12^ (7 vinte e 13 perse), ma in riva al Misa ha perso già 5 partite, eguagliando già il record negativo tra le mura amiche di due stagioni fa a fine regular-season. Tuttavia i marchigiani vantano il secondo miglior attacco del girone (1543 punti realizzati) dietro alla sola Rimini, sono il team che subisce più falli (431, 30 in più della Esa Italia) e, pertanto, hanno il miglior record di tiri liberi tentati (425). D’altro canto, però, la Goldengas ha anche la 2^ difesa più perforata (1548 subiti), meglio della sola Porto S.Elpidio.

In quintetto partono: Marco Giacomini il regia, Matteo Caroli da guardia, il secondo miglior realizzatore del girone Giacomo Gurini (17.2, appena 0.1 meno di Valerio Amoroso) da “3”, mentre sotto i vetri ci sono l’anconetano Simone Pozzetti e la bandiera Mirco Pierantoni, capitano di lungo corso alla 13^ stagione in biancorosso con 523 presenze spalmate il 17 stagioni complessive. Dalla panchina esce l’esperto tiratore italo-argentino Emiliano Paparella, che in verità si alterna in starting-five con Giacomini, l’under jesino Antonio Valentini in spot 2, l’altro giovane indigeno Filippo Cicconi Massi che dà il giro alle ali, mentre pochi sono i minuti giocati da Edoardo Moretti, che entrerebbe per i lunghi.

La Pallacanestro Senigallia domenica ha interrotto una serie negativa di 6 sconfitte di fila, grazie al successo interno con la Sutor Montegranaro (83-75). Esa Italia è a 3 vinte e 2 perse nelle ultime 5. Non ci sono ex di turno. Si gioca al PalaPanzini di via Capanna, palla a due domenica 9 febbraio alle ore 18:00. Arbitreranno i signori Cristiano Giusto di Albignasego (PD) e Mattia Rico di Venezia.

Fonte: ufficio stampa Teate Basket Chieti

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: