Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Continua il momento negativo dell'Unibasket Lanciano sconfitto in casa dal Bramante Pesaro

Non bastano all’Unibasket una rinnovata grinta e tanta forza di volontà per interrompere la serie negativa e tornare alla vittoria tra le mura amiche: al termine di una partita intensa e in discussione fino agli ultimi secondi è la Bramante Pesaro a conquistare i due punti in palio fissando il risultato sul 68 a 63. Il Lanciano, nonostante la sconfitta, ha dimostrato di essere ben altra squadra rispetto a quella vista domenica scorsa con il Vasto ma purtoppo questo ritrovato e positivo atteggiamento non è bastato per ritornare a sorridere con una vittoria. Tra due settimane a Falconara (il prossimo weekend la C Gold si ferma) bisognerà ripartire dalla voglia vista oggi per conquistare i due punti ed approcciare nella maniera migliore possibile gli ultimi appuntamenti di regular season.

Questa la cronaca del match:

Il Lanciano scende in campo con Fabio D’Eustachio, Agostinone, Martelli, Ranitovic e Cukinas mentre Pesaro opta per Giampaoli, Ricci, Crescenzi, Centis e Pipitone. Cukinas conquista la prima palla contesa e Ranitovic trova il primo vantaggio frentano. Dopo il botta e risposta tra il pivot lituano di casa e Ricci, è Crescenzi a portare avanti Pesaro, ma il sottomano di Agostinone vale la nuova parità (6-6). La tripla di Giampaoli e il tap in di Ricci valgono il primo break pesarese (8-12) con Corà che chiama a rapporto i suoi. Al rientro è ancora la Bramante ad andare a segno con Crescenzi ma l’Unibasket si aggrappa ai centimetri di Cukinas e grazie alla tripla di Alessio Agostinone si riporta fino al – 1. I liberi di Martino mandano in archivio la prima frazione con i rossoneri in ritardo di due lunghezze (17-19).

L’Unibasket rientra in gara con la giusta verve e da una palla rubata da Martino è Ranitovic dall’arco a trovare il nuovo vantaggio dei suoi. Pesaro però non sta a guardare e grazie al canestro del neo entrato Gnaccarini e a due bombe di Alessandrini torna a condurre di sette lunghezze (20-27). Ancora Ranitovic (top scorer di giornata con 21 punti) e Mordini accorciano il divario tra le due squadre, con il gap che si assottiglia ulteriormente grazie al gioco da tre (canestro + fallo) di Luca D’Eustachio e ad una bomba di Mordini (29 -33). Lo stesso regista pontino fallisce poi due tiri liberi di fila ma ancora una bomba di Ranitovic mantiene i padroni di casa in ritardo di sole tre lunghezze quando manca un minuto e mezzo dalla pausa lunga.

Sul finale di tempo però i marchigiani sono bravi a rintuzzare i tentativi dell’Unibasket andando a riposo sul + 8 (33-41) grazie ai liberi di Giampaoli ed al canestro da tre di Centis. La penultima frazione di gioco, nonostante il fallo antisportivo comminato ad Agostinone, si apre ancora nel segno dell’Unibasket che sull’asse dei lunghi composto da Ranitovic e Martino torna a far sentire il proprio alito sul collo del Bramante (40-41). Alessandri e Crescenzi rispondono al canestro di Agostinone ma e’ la tripla di Povilas Cukinas a valere il nuovo pareggio frentano (47-47). L’equilibrio dura però pochissimo con gli uomini di coach Nicolini che con Benevelli restano ancora avanti di tre lunghezze (48-51). L

a partita è quanto mai aperta con entrambe le squadre in piena corsa per conquistare la vittoria: l’ennesimo centro dall’arco di Ranitovic impatta ancora il risultato sul pari ma prima Bertoni (palla persa da Ranitovic) e poi Crescenzo segnano il nuovo allungo ospite. Nonostante il buon momento di Cukinas e di Agostinone, sono i liberi di Crescenzi a valere il vantaggio biancoblù (56-61). L’Unibasket non molla dimostrando di crederci ancora grazie al break di Ranitovic e Cukinas che la riportano ad un solo possesso di differenza (60-61).

La tripla di Bertoni sembra chiudere la gara ma l’Unibasket non ci sta e con la bomba dall’out di capitan Martelli resta ancora in corsa per la vittoria. Sul nuovo possesso del Bramante la guardia ospite Ricci è ugualmente precisa trovando i tre punti fondamentali al Pesaro: il Lanciano ci prova con il disperato tentativo da lontano di Cukinas ma la mano del pivot lituano non è delle miglior e la palla finisce lontano dal bersaglio. La gara si chiude con il libero di Crescenzi (63-68) e con Pesaro che porta a casa un successo importante che le permette di agganciare in vetta alla classifica Foligno e Matelica. 

Unibasket Lanciano - Bramante Pesaro 63-68

Lanciano: Agostinone 9, Ranitovic 21, D'Eustachio F. 2, Cukinas 15, Martelli 3, D'Eustachio L., Maralossoudabangadata, Deminicis ne, Mordini 5, Martino 8, Bantsevich, Nikoci ne. All. Corà

Pesaro: Giampaoli 13, Ricci 12, Crescenzi 16, Centis 3, Pipitone 4, Benevelli 3, Gnaccarini 2, Calbini, Bertoni 5, Alessandrini 10. All. Nicolini

Parziali: 17-19, 16-22, 15-10, 15-17.
Progressivi: 17-19, 33-41, 48-51, 63-68.
Usciti per 5 falli: Ranitovic (Lanciano)

Arbitri: Sperandini ed Esposito

Fonte: ufficio stampa Unibasket Lanciano

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: