Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Final Eight Coppa Italia: la Reyer Venezia supera l'Olimpia Milano ed è la prima finalista

https://www.basketmarche.it/immagini_articoli/15-02-2020/final-eight-coppa-italia-reyer-venezia-supera-olimpia-milano-prima-finalista-600.jpg

Social

Finale!!! 48 ore dopo l’impresa con la Virtus Bologna, l’Umana Reyer si ripete con l’EA7 Emporio Armani 63-67 e si giocherà la vittoria in Coppa Italia domani alle 18. Confermati i dodici a referto (fuori Udanoh, Goudelock e Pellegrino) e il quintetto (De Nicolao, Tonut, Chappell, Mazzola, Watt). Sblocca Rodriguez, poi battuto da Tonut per il 2-2; segna Tarczewski e gli risponde Watt in pick and roll con De Nicolao (4-4 al 2’30”). Milano si affida ai suoi lunghi (Tarczewki e Scola) per il primo tentativo di allungo (8-4 al 3′) e ricuce parzialmente Mazzola con la tripla dell’8-7 al 3’30”. Anche per una serie di palle perse (6 in meno di 7′), per il bonus speso subito dopo metà quarto e per qualche difficoltà offensiva di troppo, gli orogranata subiscono il break milanese fino al 19-7 al 7′. Filloy torna a muovere il punteggio veneziano con una tripla all’8′ e, nonostante la pronta risposta di Cinciarini da 3, apre un buon finale di quarto per l’Umana Reyer, che si riavvicina sul 22-15 al primo intervallo con Watt e la tripla di Bramos.

Polveri bagnate in avvio di secondo quarto. L’EA7 domina a rimbalzo, anche in attacco, ma non segna, così sono gli orogranata, con un gioco da tre punti non completato da Watt, a muovere il punteggio dopo 3′ (22-17). Milano si sblocca al 4′ e, dopo il canestro anche di Rodriguez, coach De Raffaele chiama time out subito prima di metà quarto sul 26-17. Si riparte dal canestro di Watt e da un libero di Biligha (27-19 al 15’30”). De Nicolao fa -5 con la tripla in step back al 16′ (27-22), risponde subito Rodriguez e il punteggio rimane di nuovo a lungo bloccato, sul 29-22, fino al contropiede di Chappell al 18′, su cui Messina chiama time out sul 29-24. L’Umana Reyer continua a difendere forte, così Daye, al 19’30”, completa il gioco da tre punti del 29-27. Arrivano ancora il terzo fallo di Mazzola, un canestro di Rodriguez e i liberi di Daye del 31-29 all’intervallo lungo.

A inizio ripresa la rincorsa orogranata raggiunge la parità con Watt (31-31) e poi arrivano anche il primo vantaggio dell’Umana Reyer (33-34 con la tripla di Bramos al 22′ dopo un’infrazione di campo provocata dalla difesa orogranata all’attacco milanese) e il primo vantaggio veneziano di più di un possesso (37-41 al 24’30” dopo il canestro di Chappell, la tripla di De Nicolao e la schiacciata di Watt). Messina chiama time out e Micov mette a metà quarto la tripla del 40-41, ma il libero di Bramos e il canestro di Daye ristabiliscono le distanze (40-44 al 26′). La difesa orogranata continua a mettere in campo grande intensità e Daye mette anche la tripla del 40-47 al 27′, poi la grande energia dell’Umana Reyer porta anche Tonut ad incrementare il vantaggio (40-49 al 28′ e, dopo il libero di Roll che interrompe il break orogranata, 41-51 al 29′, con nuovo time out di Messina). Dalla lunetta, l’EA7 si avvicina sul 44-51, ma la tripla di De Nicolao riscrive il +10 (44-54).

Milano torna a -7 (47-54) al 32′ e coach De Raffaele chiama subito time out. Le difese continuano a prevalere sugli attacchi, ma Milano si avvicina ulteriormente con un 3/3 ai liberi di Nedovic (50-54 al 33’30”), poi stoppato da Stone. Si entra nella seconda metà di periodo con l’Umana Reyer ancora a secco nel quarto: i primi due punti sono di Daye (50-56) al 35’30”. Watt risponde a Scola (52-58 al 36’30”), Daye spende bonus e poi quarto fallo personale con Tarczewski che, dalla lunetta fa 54-58, con la panchina veneziana costretta al time out sul 56-58 al 37’30”. Si riparte dalla tripla di Bramos dall’arco (56-61), poi segnano da 3 anche Rodriguez e De Nicolao (59-64 al 38’30”). Micov fa 0/2 dalla lunetta, Brooks recupera anticipando Watt e Rodriguez riavvicina Milano sul 61-64 a -49”, ma poi spende fallo sulla tripla di Bramos a -31”. Messina chiama time out e Bramos fa un clamoroso 0/3, ma Watt recupera rimbalzo offensivo e poi fa 61-66 a -17”. Rodriguez fa 2/2 ai liberi a -11” e c’è il time out dell’Umana Reyer sul 63-66. Micov spende subito fallo su Daye che fa solo 1/2, ma basta per vincere 63-67.

EA7: Della Valle, Micov 9, Biligha 3, Moraschini ne, Roll 1, Rodriguez 15, Tarczewski 9, Nedovic 8, Cinciarini 3, Burns ne, Brooks 1, Scola 14. All. Messina.

Umana Reyer: Casarin ne, Stone, Bramos 10, Tonut 6, Daye 13, De Nicolao 12, Filloy 3, Vidmar, Chappell 4, Mazzola 3, Cerella, Watt 16. All. De Raffaele.

Parziali: 22-15; 31-29; 44-54; 63-67.

Fonte: ufficio stampa Reyer Venezia
Photo Credits: Alfonso Alfonsi

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: