Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

FIBA EuroBasket 2021 Qualifiers: l'Italia parte con il piede giusto e supera la Russia

https://www.basketmarche.it/immagini_articoli/20-02-2020/fiba-eurobasket-2021-qualifiers-italia-parte-piede-giusto-supera-russia-600.jpg

Social

Napoli. Il cuore degli Azzurri, la passione dei 4.000 del PalaBarbuto. Con una prestazione maiuscola, di carattere e di talento, la squadra del CT Meo Sacchetti centra una vittoria tanto bella quanto cercata in ogni singolo possesso. Russia battuta 83-64, con i tanti esordienti in campo (6) che hanno dato un contributo determinante a un successo rotondo e meritato. Sugli scudi Giampaolo Ricci, miglior marcatore con 19 punti, in doppia cifra anche Michele Vitali (15), Marco Spissu (10 punti e 10 assist) e Simone Fontecchio (10 punti e 7 rimbalzi).

Le parole del CT Sacchetti: “Volevo vedere la faccia tosta, il modo di stare in campo, di questi giocatori. Hanno dimostrato tanto. Una partita non è niente, non facciamo voli pindarici. Ma hanno dimostrato di avere personalità. Questo è importante”.

Così Michele Vitali: “È già un onore pazzesco far parte della Nazionale. Figuriamoci fare il Capitano. Grande serata. Mi è piaciuto soprattutto l’atteggiamento positivo e la fiducia che ogni giocatore ha risposto nel compagno. Siamo contenti”.

Undici i giocatori a disposizione del CT Sacchetti per la gara contro la Russia, a causa del lieve problema all’occhio destro occorso questa mattina a Leonardo Totè (per i regolamenti FIBA non è possibile sostituire un giocatore il giorno della partita). Per il debutto Azzurro nelle Qualificazioni all’Europeo 2021 lo starting five è composto da Spissu (esordio con la Nazionale maggiore), capitan Michele Vitali, Fontecchio, Ricci e Tessitori. Il primo strappo della partita è targato Kulagin (gioco da 4) e Ivlev (4 punti), che valgono il + 7 Russia (4-11). Dopo i primi e contratti minuti, l’Italia si scioglie e con l’asse Spissu-Tessitori impatta sull’11-11, per poi portarsi avanti con le triple di Ricci (2), Ruzzier e Vitali (26-24 alla fine del primo periodo).

Sul finire del quarto d’apertura primi minuti Azzurri per Bortolani e Akele. E a inizio secondo periodo coach Sacchetti manda in campo Matteo Spagnolo, che a 17 anni, un mese e quattordici giorni diventa il terzo giocatore più giovane ad esordire con l’Italbasket dopo Nesti e Meneghin. Si segna poco, a differenza del prolifico primo periodo (solo 2 punti a testa nei primi 5’), poi Ricci e Fontecchio dall’arco stabilizzano a due i possessi di vantaggio dell’Italia. Vantaggio ritoccato al rialzo con le triple di Akele e Fontecchio (41-33). Sono gli ultimi canestri di un primo tempo in cui l’Italia non cala mai l’attenzione, vince il duello sottocanestro (20 a 11) e mantiene alta la percentuale realizzativa dall’arco (9/17 a fine secondo quarto. 13 in tutto le triple Azzurre con il 50%).

L’Italia comincia il secondo tempo da dove aveva concluso il primo. Triple a segno e grinta sotto le plance. Ricci, Vitali e Tessitori sono i tre tenori che portano al massimo vantaggio Azzurro dalla palla a due (46-33). E’ un momento maiuscolo per l’Italia, che lotta su tutti i palloni, corre, si diverte ed entusiasma il PalaBarbuto. La Russia è stordita, e a darle un colpo che assomiglia tanto a un ko è il più piccolo del gruppo. Il gioco da tre di Spagnolo arriva al termine di uno dei (tanti) possessi di qualità dell’Italia, e chiude il penultimo periodo sul 62-51. A 10 minuti dalla fine l’Italia, dopo aver spinto tantissimo sull’acceleratore, scala la marcia e amministra il vantaggio con autorità. Senza però mai annebbiare la brillantezza in attacco né la cattiveria a contendere ogni singolo pallone. Esordi da sogno per Spissu (10 punti e 10 assist) e Ruzzier (6 punti), che dettano l’andatura e sono le ultime firme su una vittoria di squadra che si merita la standing ovation del PalaBarbuto, e di tutti i tifosi Azzurri.

Domani mattina la Nazionale volerà a Tallinn, dove domenica 23 febbraio affronterà l’Estonia, (ore 18.00 in Italia, diretta su Sky Sport HD), che in contemporanea ha sconfitto in trasferta la Macedonia del Nord (72-81). Lo staff tecnico Azzurro ha deciso di affrontare la trasferta con12 giocatori, autorizzando Leonardo Totè e Andrea Mezzanotte a lasciare il raduno di Napoli nella mattinata di venerdì 21 febbraio mentre la squadra sarà in viaggio verso Tallinn.

Italia - Russia 83-64 (26-24, 15-9, 21-18, 21-13)

Italia: Spissu* 10 (1/1, 2/4), Fontecchio* 10 (2/6, 2/3), Tessitori* 6 (3/3), Ricci* 19 (4/7, 3/4), Spagnolo 3 (1/2), Bortolani 3 (1/1 da tre), Baldi Rossi 7 (2/5, 1/2), Ruzzier 7 (1/3, 1/3), Tambone, Vitali M.* 15 (4/5, 2/7), Akele 3 (0/1, 1/2). All. Sacchetti

Russia: Sopin, Baburin (0/1, 0/1), Zakharov 6 (1/2, 1/4), Motovilov 10 (1/3, 2/4), Fridzon* 6 (1/2, 0/4), Ivlev* 10 (4/4, 0/1), Strebkov* (0/3), Ilnitskiy (0/3 da tre), Kulagin* 17 (4/10, 2/8), Valiev 1 (0/1), Antipov* 14 (1/1, 4/5), Klimenko. All. Bazarevich

Tiri da due Ita 18/33, Rus 12/27; Tiri da tre Ita 13/26, Rus 9/30; Tiri liberi Ita 8/13, Rus 13/19. Rimbalzi Ita 41 (Ricci e Fontecchio 7), Rus 26 (Antipov 6). Assist Ita 21 (Spissu 10), Rus 15 (Kulagin 8).

Usciti 5 falli: Nessuno.
Arbitri: Antonio Conde (Spa), Fernando Calatrava (Spa), Martin Vulic (Ger)
Spettatori: 4.000

Fonte: ufficio stampa Fip

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: