Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Il Sindaco del Comune di Torrenova chiede ufficialmente la sospensione del campionato di Serie B

https://www.basketmarche.it/immagini_articoli/05-03-2020/sindaco-comune-torrenova-chiede-ufficialmente-sospensione-campionato-serie-600.png

Social

Il sindaco del comune di Terranova, la cui squadra milita nel campionato di Serie B, ha formalmente chiesto alla Lega Nazionale Pallacanestro la sospensione del campionato. Secondo quanto scritto dal Sindaco, infatti, nonostante il Governo abbia adottato la misura delle porte chiuse per tutti gli eventi sportivi sino al 3 aprile, per i piccoli centri abitati e le piccole società è una misura che non basta per evitare la diffusione del Coronavirus. Questo il testo inviato dall'amministrazione comunale alla LNP, pubblicato anche sulla Pagina Facebook del comune siciliano:

Comunicato stampa

Con nota di oggi inviata alla Lega Nazionale di Pallacanestro, nonchè ad ulteriori Enti sportivi e, per conoscenza, al governo nazionale e regionale, il Sindaco di Torrenova chiede la sospensione delle gare dei campionati sportivi che si disputano sul territorio.
Il Sindaco pone in luce una serie di problemi nella scelta di consentire lo svolgimento delle gare a porte chiuse e derivanti dall'impossibilità non solo per gli stessi atleti, ma anche per le associazioni e le società sportive di effettuare i controlli idonei a contenere il rischio di diffusione del virus COVID-19 e di rispettare le ulteriori misure di prevenzioni, quali il rispetto della distanza di un metro tra gli stessi atleti: misura valida per ogni cittadino, atleta o meno che sia!!!
Il tutto alla luce della considerazione che i campionati delle serie minori vengono svolti in piccoli centri ove gli atleti hanno frequenti contatti con i residenti e con gli esercizi commerciali del luogo: si chiede maggiore tutela per atleti, appassionati dello sport e cittadini tutti.

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: