Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Robur Family Osimo, il bilancio di fine stagione insieme a coach Roberto Carletti

https://www.basketmarche.it/immagini_articoli/01-04-2020/robur-family-osimo-bilancio-fine-stagione-insieme-coach-roberto-carletti-600.jpg

Social

Chiusa definitivamente l'annata sportiva, è tempo di bilanci in casa Robur Family. In tal senso abbiamo fatto una chiacchierata con Roberto Carletti, responsabile tecnico della società roburina, che ha colto l'occasione per ringraziare e salutare la famiglia Rf, viste le sue dimissioni dall'incarico per motivi di lavoro prima dell'emergenza. Un'annata comunque intensa per i giovani roburini che non hanno potuto portare a termine i rispettivi campionati visto l'insorgere del Covid-19 che ha progressivamente paralizzato tutto lo sport. "Facendo un bilancio generale sono abbastanza soddisfatto - commenta Roberto - Con l'Under 18 Gold di coach Riccardo Zuccaro eravamo partiti per cercare di accedere alla seconda fase play-off, trasformatasi nella possibilità di correre per la Coppa Marche. A questa età lo scopo principale è quello di preparare ed allenare i ragazzi in prospettiva senior.

Coach Riccardo Zuccaro, oltre che in questa direzione prettamente tecnica e tattica ha lavorato molto anche sul concetto di squadra, cercando di amalgamare le diverse individualità presenti in quanto il gruppo, molto numeroso, comprendeva giocatori provenienti da diverse esperienze e società. Con l'under 16 Gold di coach Riccardo Campanelli avevamo lo stesso obiettivo e, prima che si bloccasse tutto, eravamo in corsa per accedere alla seconda fase play-off. Grazie al lavoro individuale portato avanti da Emiliano Benini diversi ragazzi sono migliorati, e questo è positivo, c'è però da migliorare ancora sotto l'aspetto del gioco di squadra ma la strada è quella giusta. Con l'under 15 Gold di coach Edoardo Carancini anche qua eravamo in lotta per un piazzamento play-off, però siamo stati un pò condizionati da assenze ed infortuni che hanno ridotto numericamente questo gruppo.

In compenso abbiamo integrato diversi 2006 che hanno dato buone risposte. L'Under 14 Elite di coach Emanuele Ausili al momento del fermo dei campionati era in seconda posizione, a ridosso della capolista Stamura Ancona, dopo aver ottenuto diverse importanti vittorie contro squadra di blasone. E' un gruppo di grande prospettiva con alcuni elementi che sono stati convocati nella selezione regionale e uno in nazionale. L'Under 13 è l'unico gruppo che non è stato iscritto ai campionati elite e, con il senno di poi, avremmo potuto fare una scelta diversa: infatti i ragazzi, seguiti da coach Rossano Torriani, sono migliorati molto ed hanno chiuso da imbattuti la fase regolare con ampi successi. Ricordo che in estate, Under 13 a parte, abbiamo iscritto tutte le nostre squadre nelle categorie Gold ed Elite, per permettere di fare maggiore esperienza ai nostri ragazzi in categorie molto competitive. Il lavoro di potenziamento individuale di Emiliano Benini è stato molto importante e sicuramente nel medio periodo darà i suoi frutti ".

Per quanto riguarda lo stop ai campionati, Carletti non ha dubbi. "Una decisione giusta - continua il responsabile tecnico RF - Già la società si era allineata fin da subito alle prime direttive regionali, perchè la salute viene prima di tutto. Con Caterina Biondini, la nostra preparatrice fisica che ha seguito tutti i ragazzi in modo scrupoloso e sartoriale fino a quando è stato possibile, abbiamo impostato degli allenamenti da fare a casa anche se il lavoro in palestra è difficile da sostituire". Infine il saluto di Carletti al mondo RF. "A malincuore ho dovuto rassegnare le dimissioni da questo incarico. Sia per sopraggiunti motivi di lavoro, sia per l'incarico che ho preso con la serie D del Basket Auximun e non sarei riuscito più a seguire questo ruolo con il giusto impegno che richiedeva. Lascio un bel gruppo di lavoro con cui abbiamo collaborato molto bene in questi anni, - conclude Carletti - tracciando il solco per il futuro".

Matteo Valeri
Ufficio Stampa Robur Family

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: