Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Napoli Basket, le parole del Presidente Federico Grassi in merito alla sospensione del campionato

https://www.basketmarche.it/immagini_articoli/07-04-2020/napoli-basket-parole-presidente-federico-grassi-merito-sospensione-campionato-600.jpg

Social

In data odierna la Federazione Italiana Pallacanestro ha dichiarato concluso il Campionato di Serie A2 maschile. Queste le dichiarazioni di Federico Grassi, presidente della Gevi Napoli Basket:

“La grave situazione venutasi a creare non poteva che scaturire una decisione del genere. La sospensione del campionato di serie A2, da noi condivisa, è stata la logica e naturale conseguenza vista l’assoluta impossibilità di riuscire a portare al termine, in perfetta regolarità, ed in condizioni di assoluta sicurezza, la stagione. Siamo comunque molti contenti di quello che abbiamo fatto quest’anno. Resta solo il rammarico di non essere riusciti a completare l’opera. In tutti noi c’era la convinzione di poter lottare e giocarci le nostre carte nei playoff.

La società ha fatto grossi sforzi in questa stagione, e non averla potuta concludere sul campo sicuramente crea dispiacere. Ci sarebbe piaciuto salutare al PalaBarbuto tutti i meravigliosi nostri tifosi che ci hanno accompagnato con passione ed entusiasmo durante l’anno condividendo il nostro cammino. Non vediamo l’ora, con i soci Amoroso e Tavassi, superato finalmente questo difficile momento, di poter ripartire per una nuova avventura”.

Fonte: Ufficio Comunicazione Napoli Basket

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: