Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Il Marotta Basket saluta il campionato e da appuntamento alla prossima stagione

Ci eravamo lasciati a fine maggio dello scorso anno con il Marotta Basket assoluto dominatore e vincitore del campionato di Prima Divisione. Ad ottobre, ripresa l’attività sportiva, quasi la stessa squadra si è presentata ai blocchi di partenza del campionato di Promozione pronta ad eguagliare le imprese della precedente stagione, non ultima, da minors quali fieramente siamo, quella dedita alla soddisfazione del palato. Purtroppo, una serie di vicissitudini negative e sfortunate ci ha impedito di esprimerci sugli stessi livelli del precedente campionato, cosa che invece non è affatto successo con l’altro e più mondano obiettivo stagionale.

Tutto questo fino a circa due mesi fa, quando il torneo è stato improvvisamente prima sospeso e poi definitivamente dichiarato chiuso in seguito alle conseguenze pandemiche da Covid-19. A campionato pienamente in corso, dunque, c’era ancora tutto il tempo per divertirsi migliorando gioco, classifica e… volume addominale. Pur in linea con i provvedimenti presi e consapevoli della tragedia che stiamo vivendo, tuttavia, come ad ogni minors che si rispetti abbiamo fin da subito sentito la mancanza di quanto da sempre ci piace fare e ci caratterizza. Ad oggi tutti quanti siamo fiduciosi e desiderosi di ritornare, magari più tardi che mai, alla normalità. Noi, in particolare, al basket giocato, alle goliardie e alle tavolate del giovedì sera e del post partita. A Davide Paolini, presidente della FIP Marche, vanno riconosciute le parole di qualche giorno fa secondo le quali sarà proprio la drammaticità di questa brutta disavventura che, unendoci, ci permetterà in futuro di approcciare in modo diverso e migliore fra tutti noi.

Tale messaggio di speranza e di amicizia mi fornisce il giusto assist per ringraziare tutti coloro con i quali ho condiviso la stagione cestistica appena prematuramente terminata, la settima personale. Tante sono anche quelle di presidente Venturi alla guida del Marotta Basket il quale ancora una volta si è superato in quanto a tolleranza e pazienza nei miei confronti. Quest’anno gli sono doppiamente riconoscente perché all’occorrenza ha saputo mostrarsi generoso, comprensivo e soprattutto umano. Neanche a farlo apposta, il pensiero di presidente Paolini è stato a posteri un involontario premio al suo operato che nella sua semplicità si è rivelato ben diverso da altri falsi motti e disegni ipocriti.

Continuando ci siete voi che mi avete sopportato nonostante partita dopo partita vi facessi a pezzi tramite eloqui e dati a volte impietosi ed insensibili. E’ stato uno strano modo per dimostrarlo, tuttavia parole e numeri purtroppo hanno avuto spesso il potere di celare l’affetto che ho per voi. Fra tutti mi sia permesso di menzionare Andrea la cui commovente passione smisurata per il basket in questo momento di astinenza forzata gli si sta ritorcendo contro. Infine una dedica particolare al nostro cronometrista, nella speranza che il conto alla rovescia verso una delle tappe più importanti della sua vita non si interrompi ulteriormente. In bocca al lupo Gianluca. In bocca al lupo a tutti.

Luca Nazionale - Ufficio Stampa Marotta Basket

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: