Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

VL Pesaro, Luciano Amadori ''Giocare a porte chiuse? Mancherebbe lo sponsor più grande che abbiamo, che è il pubblico''

Il Presidente del Consorzio Pesaro Basket Luciano Amadori, intervistato dal Corriere Adriatico, ha provato ad anticipare i temi della crisi che inevitabilmente investirà le società sportive dal punto di vista economico. Queste alcune delle sue dichiarazioni più interessanti:

"Il vero grosso problema è che se si partirà lo si farà a porte chiuse e per noi sarà un colpo pesante. Partiamo infatti senza 450.000 mila euro di abbonamenti, che ovviamente non si possono sottoscrivere, e dobbiamo fare la squadra prima. Mancherà lo sponsor più grande che abbiamo, che è il pubblico. Faccio fatica a pensare come si possa gestire, sarà l'ennesimo problema. Oggettivamente non so neanche quale senso abbia giocare senza il pubblico, il basket è uno spettacolo. Così sarebbe surreale, a quale pro? E poi chi ha detto che a gennaio tornerà tutto come prima? Che senso avrebbe disputare un campionato a porte chiuse?".

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: