Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Virtus Bologna, Luca Baraldi ''Senza pubblico si potrà giocare solo se arriveranno contribuzioni importanti da governo e Coni''

Luca Baraldi, amministratore delegato della Virtus Bologna, ha espresso, intervistato da Massimo Selleri per Il Resto del Carlino, la sua opinione sulla possibilità di iniziare la prossima stagione a porte chiuse oppure di posticipare l'inizio della prossima stagione a Gennaio.

"Non lo so, quello che dico è che siamo davanti a due strade: o giocare senza pubblico o giocare con il pubblico. A porte chiuse, però, mancherebbero i tifosi che sono il vero cuore pulsante della gara e allo stesso tempo il club non avrebbe quell'incasso che è vitale per la sua esistenza. Senza pubblico si può giocare solo se arrivano contribuzioni importanti dal governo e dal Coni, ma non credo arriveranno. La questione è diversa per questo campionato, dove si poteva pensare di giocare a porte chiuse dato che gli investimenti erano già stati fatti".

Per quanto riguarda il lato sportivo, da dove ripartirà la Virtus?
"Da chi rappresenta il suo asse portante, vale a dire lo staff tecnico e gli otto giocatori che abbiamo firmato con un contratto pluriennale. Poi valuteremo come migliorare la squadra e se ci sono le condizioni per poterlo fare".

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: