Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Happy Casa Brindisi, Fernando Marino ''Per l'accesso alle coppe europee non bisogna considerare la classifica a fine andata''

L'Happy Casa Brindisi non rinuncerà facilmente ad un posto nelle coppe europee della prossima stagione. Tra i vari rumors che girano in questi giorni c'è quello che prevede di assegnare i posti per le manifestazioni europee tenendo conto della classifica al termine del girone di andata. In questo modo la società pugliese rimarrebbe fuori a favore di Cremona e Fortitudo Bologna. In un'intervista al Corriere dello Sport-Stadio, il presidente brindisino Fernando Marino ha fatto capire di non essere d'accordo con questa soluzione:

"Io sono assolutamente contrario a questo sistema di scelta. Parte del girone di ritorno si è giocato. Secondo me si dovrebbe scegliere con un numero di partite giocate uguale per tutti sino al momento della chiusura, come è avvenuto in tante altre leghe. In questo caso Brindisi sarebbe quinta e avrebbe diritto ad un posto nelle Coppe, avendolo meritato sul campo dando spettacolo con un budget limitato e con un grande coach come Vitucci. Invece, basandosi solo sull’andata saremmo settimi e dunque fuori dall’Europa. La penserei così anche se non fossi il presidente di Brindisi, che proprio nel ritorno ha vinto 4 gare su 5 dopo aver disputato una finale di Coppa Italia".

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: