Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Polverigi Basket, coach Carmelo Foti ''Il prossimo anno giocheremo in Promozione. Stiamo già lavorando per il futuro''

Dal 5 marzo il Presidente Petrucci ha chiuso tutti i campionati. Sembrava l'anno giusto per il Polverigi Basket, imbattuta nel proprio campionato, lo chiediamo al Coach Carmelo Foti.

Carmelo, in questo momento non è banale chiederlo: come va?
"Come tutti sono dispiaciuto dell'interruzione dei campionati e dell'attività in generale ma per come si erano messe le cose era l'unica cosa da fare. Sicuramente all'inizio non potevamo immaginare che una cosa del genere potesse accadere veramente. Non eravamo preparati e forse adeguatamente informati. Ma mai come adesso è importante fare tesoro degli insegnamenti del nostro sport e unirsi tutti in un'unica squadra per sconfiggere questo avversario che al momento è più forte di noi. Ma abbiamo giocato solo il primo tempo rimane il secondo e sicuramente verremo fuori come popolo dimostrando quello che valiamo veramente. Voglio essere fiducioso che insieme ne usciremo e saremo meglio di quello che eravamo. Sta solamente alla nostra volontà dimostrare di essere più forti."

Quanto dispiace, a te, ai ragazzi e a tutta la dirigenza non aver potuto concludere un’annata come questa che si stava facendo molto molto interessante?
"Sicuramente dispiace a tutti noi non poter più stare insieme in palestra come prima. La squadra è come una famiglia ed è un piacere ogni giorno condividere gioie e dolori, sia di natura sportiva che personale. L'annata che stavamo vivendo non può che essere positiva sia ovviamente dal punto di vista dei risultati, visto che eravamo imbattuti dopo 15 partite con miglior difesa e miglior attacco del campionato, sia anche per quello che stavamo vivendo giorno dopo giorno creando un gruppo di ragazzi che in campo hanno dimostrato sempre il loro valore. Dispiace sicuramente non aver avuto la possibilità di vincere il campionato sul campo come stavamo dimostrando di meritare. Personalmente posso dire che la dirigenza ha fatto un ottimo lavoro dimostrando sempre vicinanza a me e ai ragazzi in ogni circostanza, e non è mai una cosa di poco conto, specialmente nelle categorie cosiddette "Minors".

In particolar modo ai ragazzi va fatto un plauso per la costanza e l'impegno dimostrati in ogni allenamento e in tutte le partite del campionato andando in campo ogni volta con la massima dedizione e la voglia di far bene avendo anche il rispetto da parte dei nostri avversari. Ancora ricordo quando abbiamo iniziato ad allenarci lo scorso luglio, quando tutto ebbe inizio. Sicuramente non è stato un percorso facile, perché nello sport niente è facile o scontato, ma abbiamo avuto da subito la consapevolezza che ci saremmo tolti delle belle soddisfazioni. Rimane l'amaro in bocca per non aver concretizzato con la vittoria del campionato tutti gli sforzi e i sacrifici fatti in questa annata. Ma sicuramente tutto il lavoro che abbiamo fatto non sarà perso e ritorneremo più forti di prima appena sarà possibile."

Che squadra troveremo nel prossimo campionato? So che insieme al tuo DS Fabrizio Luzi vi state già organizzando.
"Con il mio amico fraterno, nonché ex compagno di squadra, nonché attuale DS, stiamo già buttando le basi per la squadra che verrà. Posso anticipare che giocheremo nel campionato di Promozione e che la squadra avrà l'ossatura della squadra di quest'anno. Probabilmente faremo al massimo due innesti ma dovranno essere giocatori che sposino il nostro progetto è che siano funzionali alla squadra senza rovinare gli equilibri creati. Inoltre l'idea è di coinvolgere anche i nostri under visto il lavoro ottimo fatto nelle giovanili. Per cui credo di poter dire che quando si potrà tornare ad allenarci e giocare saremo sicuramente motivati a riprendere da dove avevamo lasciato e pronti a toglierci altre belle soddisfazioni. Abbiamo sicuramente le idee chiare su quello che vogliamo fare per cercare di crescere sempre creando le basi per un futuro importante."

Infine ti chiedo un messaggio conclusivo a tutti i tifosi, polverigiani e non, visto che vi seguono anche dal resto della provincia.
"Visto che non c'è stato modo colgo l'occasione per salutare e ringraziare di cuore tutti i nostri tifosi a cominciare dai ragazzi delle squadre giovanili, alle loro famiglie e tutti i nostri amici che ci seguono sempre numerosi. Sono stati sempre presenti e ci hanno seguito in tantissimi per cui promettiamo di tornare con la massima voglia e tantissimo entusiasmo.
Siamo sicuri che dopo questa esperienza torneremo più motivati di prima e consapevoli che insieme possiamo battere ogni avversario. E come dico ai miei ragazzi... SEMPRE A PINNA ALTA...!!!

P.s.: concludo ringraziando tutti i miei ragazzi che mi hanno sopportato in questi mesi ma più che altro per aver condiviso questo cammino che sicuramente andrà avanti. A loro il merito di essersi sempre impegnati e di averci creduto sempre. Sono veramente orgoglioso di aver allenato questo gruppo.
A presto..."

Fonte: ufficio stampa Polverigi Basket

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: