Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

VL Pesaro, Stefano Cioppi ''Le difficoltà non mancheranno, ma noi andremo avanti''

Intervenuto ai microfoni della trasmissione Sabato Sport su Radio 1 Rai, il Ds della Carpegna Prosciutto Basket Pesaro Stefano Cioppi nel corso di un lunga intervista ha toccato tanti argomenti. Questo un estratto delle sue dichiarazioni.

"Siamo molto preoccupati per il futuro, perchè non sappiamo quando ritorneremo a fare il nostro lavoro in maniera completa, quando torneremo a vedere degli allenamenti di pallacanestro di squadra. Siamo preoccupati per la perdita delle sponsorizzazioni e dei biglietti: sono queste le entrate della pallacanestro. Immaginiamo un inizio ritardato rispetto al solito, sappiamo che dovremo fare dei sacrifici e rimboccarci le maniche per ripartire".

Il campionato 2020/2021 

"Innanzitutto dovremo vedere quali saranno le squadre che riusciranno a sostenere la partecipazione al prossimo campionato. Le 17 squadre aventi diritto hanno tempo fino al 15 giugno per decidere se continuare a partecipare al massimo campionato oppure iscriversi alla Serie A2. Molte squadre, la maggioranza credo, non riusciranno a giocare tante partite senza pubblico, perché il basket vive di sponsorizzazioni e di ticketing. Non abbiamo tanto dai diritti televisivi, per cui si ipotizza anche un inizio ritardato, a patto di riuscire a legare il nostro calendario con quello delle coppe internazionali, se ci saranno".

Chiusura della stagione 2019/2020

"La maggior parte dei dirigenti delle società di Serie A ed A2 in questo momento sta discutendo con i giocatori cercando di diminuire il più possibile i costi. Sono saltate le ultime partite della stagione regolare per cui dovremo andare incontro anche alle richieste di rimborso di tutti i nostri abbonati. L'obiettivo è quello di diminuire i costi anche con l'aiuto della federazione, che sta lavorando per trovare delle soluzioni per diminuire i costi di gestione".

Pesaro andrà avanti?

"Le difficoltà non mancheranno. Noi da diversi anni lottiamo per salvarci, per rimanere in serie A perché abbiamo avuto sempre problemi di budget. I problemi sicuramente aumenteranno, però noi abbiamo il vantaggio di non aver mai fatto il passo più lungo della gamba e quindi di aver tenuto sempre i conti in ordine, ed è per questo che fino all'arrivo del Coronavirus non avevamo alcun debito. Le aziende del Consorzio e gli sponsor ci sono sempre stati vicini, i tifosi, nonostante le delusioni sportive ci sono stati sempre vicini e per questo sono ottimista. Io credo che andremo avanti, un pò rischiamo, come tutte le società, però c'è una grande volontà di mantenere viva la passione per lo sport che amiamo a Pesaro e con questa voglia riusciremo ad andare avanti. Ci sarà meno ambizione, grande voglia di recuperare gradualmente in maniera sostenibile e di tornare al top".

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: