Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

OraSì Ravenna, Julio Trovato ''Torino in Serie A? C'è qualcosa che non quadra. Mi aspetto che Fip e Lega chiariscano''

Julio Trovato, GM dell'OraSì Ravenna, torna sulla scelta della Lega Basket di indicare il Basket Torino come diciottesima squadra avente diritto a partecipare alla prossima Serie A. E lo fa attraverso un'intervista rilasciata a Il Resto del Carlino ripresa da Sportando. Questa una sintesi delle sue parole:

"Tre giorni fa è uscita la delibera della federazione nella quale veniva fissata nel 15 giugno la data per la scadenza delle domande per il ripescaggio. Venerdì la Lega ha affermato che, in base alle domande ricevute, Torino è la prima avente diritto ad andare in serie A. Con un mese di anticipo? È evidente che c’è qualcosa che non quadra. Nei criteri del ranking può rientrare di tutto, mi è stato detto che la presenza dell’alta velocità sarebbe una delle discriminanti. Dalla delibera che hanno emesso non è chiaro nemmeno il fatto se possano partecipare soltanto società di A2. Allora perché anche Firenze e Palermo, che sono capoluoghi di Regione e hanno l’alta velocità, non possono presentare la domanda? Viene tenuto conto della storicità di una determinata società, Torino come deve essere considerata? Non è la stessa società che due anni fa era in serie A, perché quella è fallita ed è stata esclusa dal campionato. Quella di oggi è una realtà diversa. Di certo non è stata fatta una mossa alla luce del sole pertanto mi aspetto che la Federazione e la Lega chiariscano questa situazione".

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: