Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

LNP, le proposte e gli argomenti dibattuti nella videoconferenza con le squadre del Girone C

Sono sostanzialmente identiche a quelle formulate dalle società dei Gironi A e B (LEGGI QUI), le proposte formulate dai club del Girone C nel corso nella videoconferenza con la LNP andata in scena Sabato mattina. Con ogni probabilità la stagione partirà con una Supercoppa sulla falsariga da quella di Serie A2 della stagione 19/20, che si disputerà a porte chiuse da metà ottobre a metà dicembre. Questa manifestazione andrebbe a sostituire le classiche amichevoli precampionato e di dovrebbe disputare con dei gironi costruiti con parametri geografici, con le partite che verrebbero trasmesse in streaming sulla piattaforma Eleven Sports in virtù del recente accordo siglato con la LNP. Le società avrebbero così modo anche di provare dei giocatori non dovendoli necessariamente tesserare prima dell'inizio della manifestazione, ma solo in prossimità dell'inizio del campionato vero e proprio.

L'inizio ufficiale della stagione sarebbe fissato per l'inizio del mese di Gennaio e solamente a porte aperte. La presenza dei tifosi sugli spalti è una "conditio sine qua non" posta dalla LNP per la partenza dei tornei di Serie A2 e Serie B. La composizione dei gironi con ogni probabilità seguirà gli stessi criteri geografici della scorsa stagione, con le squadre marchigiane che dovrebbero essere inserite in un gruppo con squadre emiliano-romagnole ed abruzzesi, anche se per avere un'idea più precisa e concreta bisognerà attendere la fine di Luglio quando scadranno i termini sia per richiedere un riposizionamento in un campionato minore, ma soprattutto quelli per l'iscrizione. Quello che è certo è che il campionato di Serie B non sarà un torneo a libera partecipazione come paventato da qualcuno nelle scorse settimane: l'idea sarebbe quella di effettuare ripescaggi solo in caso di numero di squadre dispari oppure inferiore ad una quota minima ipotizzata di 56 club iscritti.

Nel corso della riunione si è parlato anche dei parametri NAS e del credito d'imposta per le sponsorizzazioni sportive. Per ciò che riguarda i NAS l'impegno della LNP è quello di portare la questione all'attenzione della FIP nell'ambito di un tavolo di lavoro a 360 gradi, mentre per il Credito d'Imposta, escluso dal recente Decreto Rilancio (LEGGI QUI), nelle prossime settimane le varie leghe di tutti gli sport ne riparleranno con l'obiettivo di ripresentare la questione al Governo.

Nota a margine: alla riunione non hanno partecipato rappresentanti della Teate Basket Chieti, segnale che la trattativa con la Poderosa Montegranaro per la cessione del titolo di Serie A2 è veramente ad un passo dalla definizione (Fonte: Vivere Civitanova)

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: