Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

VL Pesaro, Ario Costa ''La società è in salute, ma il budget attuale non è da Serie A''

In un'intervista concessa a La Gazzetta dello Sport, il Presidente della VL Pesaro Ario Costa ha parlato sia del futuro del club biancorossa sia dell'imminente ufficializzazione del rapporto di consulenza con Livio Proli. Questo un estratto delle sue parole:

"Premetto: non siamo in difficoltà, la società è in salute, a norma, ed è un nostro vanto, ma da persona seria e responsabile mi pongo il problema: vale la pena? Abbiamo fatto miracoli per otto stagioni, ai tifosi, alla città, agli sponsor vorremmo dare le soddisfazioni che si meritano. A maggior ragione dopo quest’anno, con una sola vittoria e neanche nel nostro palasport. Meritavamo la retrocessione. Con grande dignità, mi chiedo se non sia meglio fare un passo indietro e, con il budget a disposizione, che non è da Serie A, scendere in A­2 sperando che tutto cambi e l’economia riparta. C’è un mese di tempo e la decisione spetta al Consorzio. Tra i soci c’è chi ha già detto che ci sarà e chi è più titubante. Quello che spaventa è l’incertezza. Il nostro pubblico costituisce un terzo del budget. Che cosa metto in quello per la prossima stagione, se non si sa se, come e quando si giocherà a porte aperte?".

Sulla possibile collaborazione con Livio Proli

"Ufficializzeremo la sua consulenza: ha idee all’avanguardia e ci aiuterà nel restyling della società. Siamo amici e abbiamo stima professionale reciproca: l’idea della collaborazione è nata prima dell’emergenza sanitaria. Ora avrà meno tempo visto che è diventato l’amministratore delegato del Gruppo Missoni".

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: