Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Pistoia Basket ci prova: rinuncia al riposizionamento e prende tempo fino al 31 Luglio per provare a salvare la Serie A

https://www.basketmarche.it/immagini_articoli/15-06-2020/pistoia-basket-prova-rinuncia-riposizionamento-prende-tempo-fino-luglio-provare-salvare-serie-600.jpg

Social

Potrebbe non esserci nessuna squadra, delle 18 aventi diritto a parteciperà al prossimo campionato di Serie A, che chiederà il riposizionamento in Serie A2 entro la deadline di questa sera a mezzanotte. Con Virtus Roma e Cremona, che hanno già fatto sapere che lotteranno fino al 31 Luglio per fomalizzare la propria iscrizione senza prendere in considerazione l'ipotesi di un'autoretrocessione; e con la VL Pesaro che Sabato pomeriggio ha annunciato ufficialmente la partecipazione al massimo campionato nazionale 20/21; anche Pistoia Basket sembra decisa a prendersi altri 45 giorni per provare a costruire un budget che le permetta di mantenere la Serie A.

Secondo quanto riportato da Superbasket, i toscani avrebbero deciso di provare a cercare fino al 31 Luglio quei 500.000 euro che un paio di giorni fa il Presidente Massimo Capecchi detto mancanti per il raggiungimento di un budget minimo. Qualora a fine Luglio non dovessero esserci le coperture finanziarie sufficienti, la società toscana rinuncerebbe alla Serie A trovandosi costretta a ripartire dalla Serie B o molto più probabilmente da un campionato regionale.

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: